Brescia, domani la partenza per Ascoli. Cagni perde Caracciolo per squalifica


20 aprile 2017 - 11:39

Trasferta dura per il Brescia di Gigi Cagni, la prima di sei finali e scontri salvezza per giocarsi la permanenza nel campionato cadetto italiano. Nelle ultime dieci gare, le Rondinelle hanno vinto soltanto due volte: il lunedì di pasquetta, grazie alla fortuna e all'autogol di Lucioni, il Benevento è caduto al Rigamonti. Prima di questi tre punti, il Brescia era riuscito a vincere soltanto il 24 febbraio, sempre in casa, dandone quattro al Cittadella. In mezzo, quattro sconfitte e quattro pareggi. In trasferta, inoltre, le Rondinelle hanno vinto soltanto una volta in questo campionato. Esattamente 5 mesi prima della vittoria contro Cittadella, il 24 settembre, ma sempre contro il Cittadella, al Tombolato (3-0, doppietta di Morosini e rete di Bonazzoli).

Al Del Duca la storia sarà un'altra. Il Picchio dovrà cercare di vincere a tutti i costi per dare una sterzata convinta alla salvezza, dopo il pareggio a reti bianche di Perugia. La squadra di Cagni scenderà in campo oggi pomeriggio (giovedì, ore 15) per l'ultimo allenamento lombardo prima di partire alla volta di Ascoli già da domani mattina (venerdì). Nel Piceno avverrà la rifinitura prima della sfida. Cagni dovrà certamente fare a meno di Caracciolo, squalificato per una giornata dal Giudice Sportivo perché, diffidato, ha beccato un ammonizione proprio contro il Benevento. Torregrossa e Bonazzoli continuano il lavoro differenziato per recuperare dai rispettivi infortuni, mentre Lancini e Calabresi hanno accusato degli affaticamenti muscolari facilmente rientrabili. Per quanto riguarda una probabile formazione, Cagni sa che deve scendere al Del Duca per giocarsi la partita a viso aperto, attaccando per cercare di strappare i tre punti su un campo difficile. Il modulo rimane il 4-3-2-1 con Minelli in porta, confermando la difesa che non ha subito gol contro il Benevento, ovvero con Coly ed Untersee sulle fasce e la coppia Romagna-Blanchard come centrali. A centrocampo tornerà titolare Pinzi, con Martinelli e Bisoli nel ruolo uno di mezzala destra e l'altro mezzala sinistra. Con Caracciolo squalificato, la punta unica sarà Alexis Ferrante, con Crociata e Mauri che agiranno alle sue spalle.

Matteo Rossi