Nedo Sonetti ad AscoliLive.it: “La lite con Giordano? Sono cose che succedono nel calcio e negli spogliatoi”

0
172

22-Nedo-Sonetti1

 

di Matteo Mariotti

Nedo Sonetti, ex allenatore dell’Ascoli per due volte in periodi diversi, la prima nella stagione 1990/91 in cui riuscì a raggiungere la promozione in Serie A, la seconda nella stagione 2006/07 che culminò con la retrocessione in Serie B, nonché ultimo anno dell’Ascoli in massima serie.

Il tecnico di Piombino ha parlato con AscoliLive.it del momento dell’Ascoli Picchio.

Sonetti, sta seguendo le vicende attuali dell’Ascoli?

“Sto seguendo relativamente quello che sta succedendo in Ascoli, non ho una conoscenza approfondita, so che il presidente che c’era quando c’ero io è andato via e che la nuova società ha riportato entusiasmo alla città e queste sono sempre cose buone. Il tecnico Petrone? Mi dispiace ma non lo conosco, ma se sta lavorando bene è segno che è bravo.”

Ci può dire qualcosa sull’ultima avventura sulla panchina bianconera?

“Nel 2006 sono venuto in Ascoli e anche se per me finì male perché ci fu la retrocessione, ma nonostante questo ho avuto la soddisfazione di aver avuto degli attestati di stima per quanto riguarda il gioco dei ragazzi, per come ci siamo comportati in quella stagione nonostante la situazione era già deficitaria quando entrai. Ho un bel ricordo di quei ragazzi.”

Quale ricordo le è rimasto della nostra tifoseria?

“La tifoseria come tutte le cose va bene e meno bene in base ai risultati e le cose che facevamo, io comunque lì ad Ascoli ci sono stato bene in quei due anni. Il primo anno, quando si vinse il campionato di Serie B ci furono dei momenti difficili dove ci furono anche delle contestazioni, però poi alla fine il tutto si risolse con la promozione.”

La prossima partita dell’Ascoli è a Lucca, ci vuole dire qualcosa su uno screzio che ebbe con Giordano nel lontano 1991?

“Sono cose passate, sono vicende che succedono nel calcio, negli spogliatoi, nei rapporti tra allenatore e calciatore, ma ora non c’è più nessun problema tra di noi.”