Camera di Commercio, contratto di rete con il settore tessile

0
198

Nell’ambito dell’accordo di programma tra il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Unioncamere, la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, per il tramite della sua Azienda speciale Piceno Promozione, nel 2015 ha attivato un percorso che, partendo da un’analisi del contesto economico e passando per l’individuazione di possibili filiere e la realizzazione di focus group con le aziende, ha portato alla concreta attivazione di un contratto di rete del settore tessile: ITS (Integrated Textile Services). Si tratta di un progetto di aggregazione di piccole e medie aziende locali, operanti da lungo tempo nella filiera produttiva manifatturiera dell’abbigliamento denim, che vogliono affrontare le nuove sfide del mercato globale mettendo in comune le proprie singole specializzazioni per l’ottenimento di prodotti di assoluta eccellenza. Nasce da qui l’idea di sostenere un’iniziativa finalizzata a dare ampia visibilità alle aziende aderenti alla rete, a livello internazionale: è prevista infatti la loro partecipazione alla fiera Denim by Premiere Vision di Parigi, in programma dal 16 al 18 febbraio 2016.

image2“La Camera di Commercio – dichiara il suo Presidente, Gino Sabatiniè ben contena di sostenere attività tese all’affermazione delle eccellenze territoriali a livello internazionale, soprattutto laddove i progetti sono in grado di assicurare agli investitori locali ritorni economici e promozionali”. “Attraverso tale progetto – dichiara Rolando Rosetti, Presidente di Piceno Promozione – le imprese della rete potranno incrementare la propria visibilità ed i propri contatti business all’interno di un contenitore di fascia alta, ad alto impatto mediatico, dove la tradizionale Pmi produttrice di eccellenze non sarebbe in grado di accedere individualmente a causa delle barriere di accesso rappresentate dagli investimenti minimi richiesti da tali eventi“. “Questa fiera – dichiara Doriana Marini, Presidente della Rete ITS – è un importante appuntamento per presentare i capi della collezione Primavera/Estate 2017: tutti capi rigorosamente prodotti e finiti in Italia secondo metodi di tessitura e confezione tradizionali, con tocchi manuali in tutti i passaggi, in grado di conferire ai capi quell’aura di imperfezione che li rende unici ed inimitabili”.