Ascoli-Cittadella, Lanni: “Giornata emozionante”. Gigliotti: “Dovevo batterlo io quell’angolo..”


18 marzo 2017 - 17:53

Dopo la vittoria contro il Cittadella, dalla sala stampa del Del Duca ecco le parole dei bianconeri che hanno conquistato tre punti importantissimi in rimonta.

Ivan Lanni, portiere Ascoli: “Le cento partite sono un bel traguardo. Voglio ringraziare l’allenatore dei portieri Vallesi, con cui in questi anni si è sempre lavorato in modo grandissimo insieme. Vecchio? No, ho solo trent’anni, ancora ho molto da dare. Qui appena arrivi ti trasmettono la passione per questa maglia ma devo dire che oggi, personalmente, è il momento più bello di questi tre anni. La partita è stata equilibrata, togliendo i due episodi chiave di rigore ed espulsione. La squadra è stata davvero brava a reagire. Mogos e Gigliotti hanno fatto una grandissima partita. Faccio i complimenti anche ad Alfonso che ha fatto davvero parate mostruose. Ci mancava la vittoria in casa e dobbiamo continuare così”.

Guillaime Gigliotti, difensore Ascoli: “A me piace far gol poi quando un difensore segna è sempre qualcosa di particolare. Se lo posso sfruttare per aiutare la squadra ben venga. Mi aspettavo di giocare titolare? Si e no. Un po’ me l’aspettavo che il mister scegliesse la coppia Augustyn-Mengoni, anche se dopo Verona mi stavo convincendo che poteva scegliere me. Rispetto le decisioni del mister, sono contento della mia partita. Sinceramente dovevo battere il corner sul mio gol, poi non avevo nemmeno tanta voglia di arrivare fino all’angolo e lo ha battuto Almici che è il battitore da sinistra. È andata molto meglio così. Augustyn? Non credo che senta la pressione, uno alto due metri e di cento chili non ha paura. Capita di sbagliare e per me è sempre sereno. Tutti possono sbagliare, non è gravissimo quello che è successo, basta che tutti ci diamo una mano. Fare gol sotto la curva è davvero bello, mi sono venuti i brividi, spero di farne ancora”.

Matteo Rossi