Ascoli: la storia e i segreti del Castellano guidati dai giovani del Fai


14 ottobre 2017 - 13:27

Soffermare l’attenzione sulla piazza che attraversiamo per andare al lavoro o conoscere come vivevano i proprietari dell’elegante villa che scorgiamo dal balcone di casa. Sono modi diversi di scoprire la nostra città da punti di vista nuovi e il FAI (Fondo Ambiente Italiano) ci invita a rinnovare il nostro sguardo sull’Italia partecipando, domenica 15 ottobre 2017, alla "Giornata FAI d’Autunno", realizzata dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva dall'1 al 31 ottobre. Per l’occasione 3.500 volontari accompagneranno gli italiani alla scoperta di 600 luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune - la musica, le tradizioni artigiane, il panorama urbano dall’alto - e raccontati dallo spirito entusiasta dei giovani. Saranno 170 gli itinerari tematici in altrettante città, 17 nelle Marche.

Ad Ascoli è in programma la scoperta dei sorprendenti tesori che si nascondono tra i luoghi della nostra vita quotidiana. Dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 saranno in programma visite guidate al Forte Malatesta e alla Cartiera Papale. Il tema scelto in questa edizione 2017, organizzata dal gruppo FAI Giovani di Ascoli è "Il Castellano: dai monaci ai mercanti...dal reale al virtuale". Oggetto di scritti effettuati da studiosi ascolani questo fiume, probabilmente il Verde, citato da Dante, im fai d'autunno

portantissimo per la città picena nell'arco dei suoi duemila e più anni di storia, vede sulle sue rive fiorire dal Medioevo al Rinascimento comunità monastiche e attività economiche, ancora visibili nelle chiese che si ergono sulle sue rive e nella grandiosa Cartiera Papale che lo domina.

Grazie alla collaborazione con il FAI dello studio romano Italyart.eu diretto dall'architetto Paolo Rolli sono state realizzate delle immagini 3D di alcune di queste chiese e conventi non più visitabili a causa del terremoto. Il racconto del Castellano verrà fatto dai giovani FAI a Forte Malatesta con visita all'interno della chiesa di Santa Maria del Lago e della Cartiera Papale, all'interno della quale potrà poi effettuarsi a piccoli gruppi la visione delle immagini riprese dall'architetto Rolli in realtà aumentata delle chiese di San Vittore, Santa Maria del Ponte e di altri beni. Grazie alla collaborazione con i fotografi del Fotoclub di Ascoli Piceno e dell’associazione Cisi sarà inoltre visibile un videoclip/racconto sul Castellano all’interno delle sale della Cartiera Papale.