Ascoli, Carnevale 2017: con la festa di Sant’Antonio Abate scatta il countdown


9 gennaio 2017 - 15:12
il-gruppo-lu-mari

Con i tradizionali festeggiamenti di Sant’Antonio Abate, il Carnevale ascolano si proietta verso l’edizione 2017, grazie alla collaborazione tra l’Associazione “Il Carnevale di Ascoli” e il comitato festeggiamenti di Sant’Antonio Abate. Prologo sarà il convegno “Sant’Antonio Abate, una tradizione viva” di sabato 14 gennaio (ore 9,30) nella Sala dei Savi di Palazzo dei Capitani: saluti del sindaco Guido Castelli, relazioni dell’architetto Michele Piccolo e del restauratore Rino Altero Angelini, moderatore Armando Falcioni. Sarà poi festa nel pomeriggio, così come il giorno dopo domenica 15 gennaio, nell’ambito del “Mercatino dell’Antiquariato”: rassegna musicale “Lù Vecchiò” (in omaggio al Santo) con i gruppi “Pozza j bbé” e “Lù Marì” (nella foto), capitanato quest’ultimo dall’onnipresente Piero Celani, consigliere regionale, ex presidente della Provincia di Ascoli, prima ancora sindaco di Ascoli e, forse, futuro sindaco di Ascoli.

Nella mattinata del 17 gennaio – giorno della ricorrenza di Sant’Antonio Abate – nella chiesa di San Giacomo della Marca, a Porta Cappuccina, saranno celebrate alcune messe e si svolgerà la “Cavalcata di Sant’Antonio” curata dal centro ippico “Le Coste”. Alle ore 13 la statua di Sant’Antonio Abate verrà esposta in Piazza del Popolo, alle 14 si esibiranno i gruppi folkloristici “La Pemmadora” e “La Tradizione”. Alle 15 il vescovo di Ascoli, Giovanni D’Ercole, benedirà animali e mezzi agricoli. Alle 16 la processione che condurrà la statua fino alla chiesa di San Giacomo delle Marca, dove alle 18 verrà celebrata la messa di chiusura della festa.

AscoliLive.it