Ascoli Picchio: per i bookmaker della Snai bianconeri più deboli, dovranno lottare per evitare la retrocessione


9 agosto 2017 - 15:51
 

Il calciomercato, come sempre accade, divide le opinioni dei tifosi di tutte le squadre. Nessuna esclusa. C’è chi è convinto che la propria squadra si sia rinforzata e quindi nel prossimo campionato potrà fare meglio e chi, invece, la pensa in maniera diametralmente opposto, ovvero che sii è indebolita e pertanto faticherà di più per raggiungere il proprio obiettivo, promozione o salvezza che sia. Sono, ovviamente, solo opinioni ma fatto discutere non poco  tifosi. Non fa certo eccezione l’Ascoli Picchio che al mercato, fin qui, ha effettuato numerose operazioni sia in entrata che in uscita (non tutte convincenti) e altre ne dovrà fare entro il 31 agosto per completare l’organico. C’è chi sostiene che l’Ascoli di chi non c’è più - Cacia, Almici, Augustyn, Orsolini, Giorgi, Cassata, Felicioli, Gattto, Perez - sia più forte dell’Ascoli dei nuovi Buzzegoli, De Santis, De Feo, Baldini, Santini, ai quali si aggiungono i confermati Lanni, Mignanelli, Mogos, Mengoni, Gigliotti, Carpani, Addae e Favilli.

I sostenitori della prima  corrente di pensiero trovano condivisione e sostegno nelle previsioni effettuate dai bookmaker della Snai che scommettono sull’esito delle partite e, in vista del campionato, hanno diviso le 22 squadre della Serie B in 5 gruppi ponendo l’Ascoli nell’ultimo, ovvero fra quelle che dovranno lottare per la salvezza. Questa la divisione della Snai che potrà subire variazioni negli ultimi giorni di mercato. Prima fascia (squadre che lotteranno per la promozione diretta in A): Palermo, Pescara, Frosinone e Parma. Seconda fascia (squadre in lotta playoff): Venezia, Bari, Empoli e Perugia. Terza fascia (squadre di mezza classifica (Spezia, Carpi, Foggia, Cremonese). Quarta fascia (squadra in lotta per evitare gli spareggi playout): Salernitana, Novara, Cesena, Cittadella, Entella. Quinta fascia (squadre che dovranno lottare per conquistare la salvezza): Ascoli, Avellino, Brescia e Ternana. Occorre augurarsi che i sondaggisti della Snai abbiano sbagliato le loro previsioni.

AscoliLive.it