Ascoli Picchio, Carpani “A Empoli per fare risultato”


12 settembre 2017 - 21:52

"Con il Novara avremmo meritato di più, siamo stati autori di una buona prestazione, ma due episodi ci hanno condannati. La prestazione c’è stata ed è da quella che dobbiamo ripartire in vista della prossima sfida di Empoli, non dobbiamo lasciare nulla al  caso. Il raddoppio del Novara? Quando si prende gol la responsabilità è del collettivo, abbiamo rivisto la gara in video e tutti abbiamo commesso errori, su questi aspetti dobbiamo migliorare, dobbiamo essere più attenti e bravi ad aiutarci gli uni con gli altri". Lo dice Gianluca Carpani che Maresca e Fiorin hanno promosso titolare (al posto di Addae) nelle ultime due di campionato, dopo che lo avevano impiegato perfino come centrale difensivo in precampionato e Coppa Italia.

"Buzzegoli? E’ un grande giocatore continua - con un’ottima carriera alla spalle, grazie a lui la squadra gira. Non posso che imparare da uno come Buba, dà una mano a tutti, mi indica la posizione del corpo da avere, insomma in coppia con lui mi trovo bene. Finora la costante delle nostre prime tre giornate  è che siamo partiti forte tenendo alti i ritmi di gioco, poi c’è stato un calo fisiologico, ma alla fine col Novara il gol del pareggio è arrivato su un episodio. Ci sta che a volte la squadra si abbassi un po’, ma bisogna restare compatti e ripartire. Il nostro obiettivo è di avere il pallino del gioco in mano, sono due mesi che lavoriamo per questo e quindi vogliamo prolungare quei primi 25 minuti di Ascoli-Novara. Nel secondo tempo del match coi piemontesi col modulo a tre avevo più spazio per inserirmi, dovevamo pareggiare la gara e quindi ho fatto più inserimenti".

"Ora andiamo ad Empoli per giocarcela e per fare risultato portando a casa più punti possibile, d’altra parte la B insegna che tutti possono fare risultato con tutti, sarà una gara difficile. Caputo, Donnarumma, Castagnetti, Krunic sono tutti grandi giocatori, ma, se li affrontiamo con la mentalità giusta, i punti possiamo portarli a casa; alla fine saremo sempre undici contro undici. Nei prossimi giorni studieremo l’avversario cercando di individuare i punti deboli e far leva su quelli. Stiamo esprimendo un ottimo gioco, sappiamo che dobbiamo migliorare e continuare a seguire i mister, che hanno ottime idee che piacciono a tutto il gruppo. Mi stanno dando fiducia, che spero di ripagare con buone prestazioni. I tifosi ci stanno sostenendo, lo hanno fatto anche sabato nonostante la sconfitta - conclude Carpani, che confessa di avere l’immagine della Curva Sud impressa sui parastinchi - per un ascolano come me è un privilegio giocare con questa maglia, quindi quando le cose vanno male stiamo male tutti, ma io in particolare”.