Ascoli Picchio, il tecnico Petrone: “Possiamo ancora crescere”

0
310
Un primo piano di Mister Mario Petrone (Agenzia Foto Spot)
Agenzia Foto Spot
Agenzia Foto Spot

Il presidente Francesco Bellini presente allo stadio Bonolis di Teramo assieme agli azionisti Tosti e Ciccoianni, ha accolto con entusiasmo il successo che vale il passaggio al terzo turno della Coppa Italia di Lega Pro. Amareggiato per quanto accaduto all’esterno dello stadio con i tifosi bianconeri aggrediti da un gruppo di ultras del Teramo, però il patron non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

Sicuramente soddisfatto invece il tecnico Mario Petrone che aveva chiesto alla sua squadra una prestazione importante anche da chi finora aveva giocato meno. “Sono soddisfatto – ha subito dichiarato il tecnico dell’Ascoli – ho avuto le risposte che cercavo. Un’ottima prestazione con ritmi alti e la squadra che ha risposto bene alle mie sollecitazioni. Abbiamo lavorato tanto sulla mentalità e sul fare la prestazione. Archiviato questo passaggio del turno che era un nostro obiettivo ora ci tuffiamo nel campionato con gli altri ragazzi che oggi non hanno giocato ma anche con chi oggi ha dato un ottimo contributo è che merita di tornare. Per come si allenano e per come li ho visti ieri ero comunque convinto che avrebbero fatto una buona partita. Mi ha soddisfatto di più la perseveranza di fare le nostre giocate, anche con il movimento senza palla e con la spensieratezza che ho visto. Il tutto facendo il calcio che ci piace”.

Ha proseguito il mister: “Noi dobbiamo crescere dal punto di vista mentale e di propositività. Lo spirito è quello giusto. Prestazione come quella di oggi ci da fiducia e ora dobbiamo avere continuità. Non amo parlare dei singoli ma Margarita merita una citazione perché è una ragazzo serio che quando la società lo ha tolto del mercato siamo stati tutti contenti. Noi cerchiamo prima l’uomo e poi il calciatore e lui in questo si è dimostrato un bravissimo ragazzo. Oggi ha fatto una grande partita e so che su di lui posso contarci. Con questa gara abbiamo chiuso il primo step e con la prestazione di oggi si apre un altro mini-ciclo. Doveroso ora dare continuità. Stesso discorso per Giovannini. Qualsiasi allenatore deve essere contento quando può scegliere i calciatori da mettere in campo. Spero che quando avranno occasione dimostreranno in pieno il loro valore. Quello che ha fatto vedere oggi Giovannini glielo chiediamo da tre mesi – ha concluso Petrone – e quindi di certo adesso quando avrà la sua chance potrà dimostrare che lui è così anche se è logico che il peso dei tre punti a volte si sente di più”.

dal Resto del Carlino – Valerio Rosa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.