Quintana, prove ufficiali: Innocenzi vola ma Gubbini e Picchioni sono lì

0
24
????????????????????????????????????

Pubblico delle grandi occasioni sotto i riflettori del Campo dei Giochi per le prove ufficiali della Quintana. Gremite sia la tribuna centrale che le due laterali, con un migliaio di persone che hanno seguito gli assalti al Moro dei sei cavalieri protagonisti delle Quintane del 9 luglio (notturna) e del 7 agosto. Prove ufficiali, e quindi anche cronometrate, seguite dal responsabile della giuria Antonino Silvestri e da alcuni degli arbitri di calcio della sezione Aia di Ascoli i quali anche quest’anno saranno gli occhi sul percorso e sulle eventuali tavolette toccate con relative penalizzazioni. E’ stata anche la prima volta nella nuova veste per Emidio Morganti, il Provveditore di Campo che ha supervisionato le prove in mezzo al campo. Sotto al moro, invece, gli addetti al posizionamento dello stesso e alla sostituzione dei tabelloni: il veterano Giuliano Giorgi con la new entry Francesco Durinzi (ex Tufilla) e il rettore Giuseppe Traini. All’ingresso dei cavalli, insieme ai caposestieri, il presidente del Consiglio degli Anziani, Massimo Massetti. Alla fine tutti soddisfatti. Da Luca Innocenzi (Porta Solestà) (nella foto in alto di “Quintanaro Moderno”) che vola, a Massimo Gubbini (Porta Tufilla) pronto a morderlo anche se non ha brillato. A Fabio Picchioni (Porta Romana) (nella foto sotto di “Quintanaro Moderno”) che si è già ritagliato il ruolo di piacevole sorpresa, a Guido Crotali (Porta Maggiore) e Andrea Leonardi (Sant’Emidio) chiamati a dare risposte concrete. Fino al 17enne esordiente Nicholas Lionetti (Piazzarola) al quale nessuno può chiedere nulla. Dopo le sessione pomeridiana con prove libere, via alle quattro tornate serali due delle quali (la seconda e la terza) con giudici, cronometristi e punteggi al tabellone. Alla quarta, infatti, sono tornati in pista solo in tre: Gubbini (56”6), Picchioni (53”6) e Innocenzi (55”2).

????????????????????????????????????

PRIMA TORNATA. Gubbini (Tufilla) monta Oxana d’Arcadia, tocca alcune tavolette (penalità non conteggiate) e chiude in 59”7 e tre centri per un totale di 506 punti. E’ poi la volta di Picchioni (Romana), esordiente anche lui: tre centri e 54”2 (616 punti) in sella ad Amaldra. Quindi Innocenzi (Solestà) che si presenta con il doppio vincitore del 2015 Try your Luck: 52”1 e tre 100, totale 658. Leonardi (S.Emidio) su Pianalzesu si ferma a 55”1, un solo 100 e due 80: pochi 558 punti. Più veloce Crotali (Maggiore) su Padania Felix con 53”8 ma anche per lui due 80: totale 584. Infine Lionetti su Subarcu: 57”6, tre centri, 548 punti.

SECONDA TORNATA. Gubbini (Tufilla) si ripresenta su Bella Exibition, scende a 54”0 e con tre 100 fissa il punteggio a 620. Nonostante un 80 fa di nuovo meglio di lui Picchioni (Romana), stavolta con Genoria: 52”8 e 624 punti. Innocenzi (Solestà) prova Maracuja e fa 53”5, tre 100 e 630 punti: il migliore sarà ancora lui. Riecco Leonardi (S.Emidio) che di nuovo con Pianalzesu scende a 54”5 ma centra tre 80 e non va oltre 550 punti. Quindi Crotali (Maggiore) che ha problemi nel tenere a bada Mondina che alla fine poi parte anche se il percorso non è netto: 55”9 e un 80 fanno 562 punti. Chiude Lionetti (Piazzarola) che riporta un anglo-arabo-sardo allo Squarcia. I suoi sono assalti solo per far assaggiare la pista a Plutarco de Bonorva. Il tempo di 75”1 è infatti oltre il limite massimo e i tre 100 lasciano il tempo che trovano.

da Il Messaggero – Andrea Ferretti