L’Ascoli studia le cifre: in difesa si stringe per Monaco, asse bollente Marroccu-Cellino per Antenucci e Bianchi

0
199

Sono ore di lavoro serrato per i dirigenti dell’Ascoli. Il mercato di gennaio ha aperto i giochi da pochi giorni ma in casa bianconera le idee sono chiare. Le priorità sono una seconda punta, un centrocampista e un centrale difensivo. Su quest’ultimo ruolo, l’Ascoli dovrebbe stringere nelle prossime ore per Salvatore Monaco, 23enne nato a Napoli. Attualmente gioca nell’Arezzo e ha il contratto in scadenza a giugno. Forte fisicamente, è alto 1,92 cm, ma anche veloce. Può giocare in tutti le posizioni difensive, volendo anche come terzino destro. Su Monaco c’è anche un forte interesse del Perugia ma il ragazzo sembra gradire di più l’ipotesi bianconera. Nella passata stagione, quando giocava a Grosseto, rimase estasiato dalla Curva Sud del Del Duca. L’Arezzo sta cercando di convincerlo a rinnovare il contratto, ma ormai sembra troppo tardi.

Intanto la pista d’oltremanica che porta a Leeds è sempre calda. Il ds Marroccu e il presidente Cellino, forti di un rapporto saldato da anni di stretta collaborazione, si sentono praticamente ogni giorno al telefono. Antenucci e Bianchi sono gli argomenti di conversazione. Anche se le due trattative sono apparentemente slegate, il concretizzarsi di una pista agevolerebbe l’altra. L’ostacolo principale da aggirare sono però gli ingaggi dei due giocatori.

Mirco Antenucci rappresenterebbe un ritorno gradito alla piazza ascolana. Il suo contratto con il Leeds scade il prossimo giugno e Cellino sarebbe disposto anche a liberarlo. L’entourage del giocatore sta trattando con l’Ascoli sulla durata del contratto (2018) e le cifre dell’ingaggio. In Inghilterra l’attaccante di Termoli guadagna circa 500 mila euro, ma pur di tornare in Italia e in bianconero sarebbe disposto a scendere a 300 mila a stagione. Una cifra impegnativa, che andrebbe a intaccare il monte ingaggi del Picchio. I vincoli del salary cap imposto dalla Lega B sono molto stretti, soprattutto per le neopromosse.

Discorso simile per Tommaso Bianchi. Il centrocampista – nel 3-5-2 di Mangia potrebbe essere impiegato nel ruolo di mezzala – ha ancora due anni e mezzo di contratto con il club inglese (scadenza giugno 2018). La formula giusta per il suo passaggio in bianconero è quella del prestito con diritto/obbligo di riscatto in caso di promozione. Il problema è la somma che Bianchi dovrà percepire fino a giugno, circa 150 mila euro. Cifre da capogiro per una squadra di Serie B, ma che per la Championship inglese sono nella norma. L’Ascoli riflette e studia i numeri, la soluzione va trovata entro pochi giorni.

AscoliLive.it