“Ascolipicenofestival” diventa biennale. E intanto ecco il fenomeno Michele Bianco


20 aprile 2017 - 12:43

L'Associazione culturale "Ascolipicenofestival" di Ascoli Piceno, nel tentativo di reperire maggiori risorse e di mantenere sempre alta la qualità della rassegna musicale, trasforma in biennale il tradizionale Festival che si svolge a settembre e che l'anno scorso ha festeggiato la ventesima edizione. Anche se il Festival, dunque, si svolgerà nel 2018, quest'anno, a settembre, ci sarà un'anteprima di grande rilievo nel weekend del 22, 23 e 24. La proposta della presidente Emanuela Antolini è stata approvata all'unanimità nell'assemblea generale dei soci. "Una decisione molto sofferta - sottolinea Antolini -  ma inevitabile difronte alle difficoltà crescenti per garantire un budget adeguato per una rassegna internazionale come la intendiamo noi capace di attrarre pubblico da tutta Italia. Ma non abbandoniamo il campo, tutt'altro. A settembre ci sarà un ciclo di appuntamenti con artisti di altissimo livello. Più altri eventi nei prossimi mesi. La nostra attività rimane intensa per offrire musica di qualità, favorire il turismo culturale, avvicinare i giovani e aiutare la rinascita post terremoto del nostro territorio che con la bellezza della musica potrà tornare a vivere e sorridere".

Domani venerdì 21 aprile alle 20,30, nell'auditorium "Emidio Neroni" della Fondazione Carisap, arriva subito un concerto di "Ascolipicenofestival" molto particolare, dedicato alla fisarmonica, intitolato “Armonici Respiri”. Se, sbagliando, qualcuno pensa che la fisarmonica non sia uno strumento “nobile” quindi non in grado di entrare nelle corde della musica classica ma solo in quelle del folk, sarà clamorosamente smentito. “Armonici Respiri” fa parte del cartellone “Ascoli Musiche” in collaborazione con il Comune e l'Amat e vede protagonista la fisarmonica di un giovanissimo fenomeno, Michele Bianco (nella foto), originario di Galatina (Lecce), che oltre ai tanti premi ricevuti, l'anno scorso, ha incantato pubblico e giuria al Premio internazionale di fisarmonica (Pif) Città di Castelfidardo dove ha conquistato la vittoria col trio "Lecce Accordion Project" nella categoria musica da camera e il terzo premio nella sezione musica classica senza limiti di età.

Con questo concerto "Ascolipicenofestival" conferma la sinergia con il "Pif Città di Castelfidardo" e sancisce lo sdoganamento della fisarmonica nella musica da camera. Michele Bianco il nuovo musicale lo va cercando anche al di fuori della culla dell'Occidente, in Finlandia, ad esempio, in Ucraina o in Russia. Le sue esecuzioni vanno al di là della classicità e dello sperimentalismo. Insomma un concerto da ascoltare con curiosità e interesse. Il programma prevede brani di Bach, Semionov, Vlasov, Ganzer, Tchaikowskij, Ligeti e Hermosa. Michele Bianco frequenta il Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce. E' stato vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali. Ha partecipato in tivù a "Uno Mattina in Famiglia" su Rai 1. Ha collaborato con il soprano Katia Ricciarelli in uno spettacolo autobiografico firmato da Maurizio Costanzo. Biglietto di cortesia a 3 euro in vendita presso la biglietteria del Teatro Ventidio Basso in Piazza del Popolo ad Ascoli.