Atletica indoor: volano i “cadetti” marchigiani Ghidetti e Mogliani Tartabini


23 gennaio 2017 - 14:38

Si corre sempre più forte al Palaindoor di Ancona. In un fine settimana tra i più partecipati di sempre (1.800 atleti-gara) grandi risultati sui 60 metri. La pluricampionessa tricolore Audrey Alloh (Fiamme Azzurre) (foto sopra) fa segnare 7"35 in batteria, eguagliando la migliore prestazione nazionale dell’anno firmata dalla Hooper una settimana fa a Birmingham (Usa). Poi la 29enne fiorentina si impone anche in finale con 7"36 davanti al 7"42 della Siragusa (Esercito). Nel lungo bel rientro di Randazzo (Fiamme Gialle). Il ventenne catanese, bronzo europeo juniores 2015, coglie il record personale saltando 7,84 e diventando il 4° under 23 italiano di sempre al coperto. Sui 400 maschili in evidenza il trentino Lorenzi (Fiamme Gialle) che abbassa il personal best con 47"57. Tra le donne esordio stagionale della Spacca (Carabinieri): la staffettista azzurra, bronzo europeo e finalista olimpica, inizia il suo 2017 con 54"05. Seconda Daniela Reina (Area Lbm Sport) di Camerino in 55"39. Nei 60 maschili il tricolore junior Artuso (Villafranca) finisce davanti a tutti con 6"84 in batteria e 6"85 in finale. Si fanno notare anche i marchigiani: 4° Marco Vescovi (Atletica Avis Macerata) in 7"00, mentre nel turno eliminatorio cresce l’allievo Mattia Mecozzi (Sport Atletica Fermo) con 7"12. Nell’alto 1,65 dell’allieva Benedetta Trillini (Team Atletica Marche).

2Grande partecipazione anche al Meeting giovanile che ha fatto registrare la nuova migliore prestazione italiana under 16 sui 200 metri ad opera di Benati (Roma Acquacetosa) con 22"99. In forma i cadetti delle Marche: nei 60 metri il campione nazionale studentesco Francesco Ghidetti (Atletica Fabriano) (foto sopra) scende a 7"28, sfiorando per tre centesimi il primato regionale stabilito nel ’96 da Simone Marè. Al femminile è ancora veloce Melissa Mogliani Tartabini (Atletica Recanati) in 7"88 a due centesimi dal record di Elisabetta Vandi, tallonata da Greta Rastelli (Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti) con 7"91, e poi anche nei 200 in 26"16. Nei concorsi, in evidenza Filippo Mozzoni (Collection Atletica Sambenedettese) che supera 1,76 nell’alto e la compagna di club Isabel Ruggieri con 10,65 nel triplo.