Atletica: in arrivo il week end dei tricolori indoor Allievi


9 febbraio 2017 - 18:17

Per il secondo fine settimana consecutivo, il Palaindoor di Ancona si prepara ad accogliere un Campionato italiano. Stavolta tocca agli Allievi, la categoria Under 18, che anche quest’anno si contendono i titoli nazionali in una manifestazione a loro dedicata, sabato 11 e domenica 12 febbraio. Nuovamente nel segno dei giovani e in attesa degli Assoluti al coperto (18-19 febbraio), mentre nello scorso weekend si è svolta una memorabile edizione della rassegna juniores-promesse con tre primati italiani stabiliti e ben sei medaglie d’oro per gli atleti delle Marche. Adesso è tutto pronto per un’altra due giorni di sfide che preannuncia ancora grandi numeri di partecipazione: circa 900 gli iscritti, in rappresentanza di 211 società provenienti da ogni angolo della penisola.

I Campionati Italiani allievi al coperto sono nati con il Palaindoor anconetano: la prima edizione autonoma della categoria, quella del 2006 (in precedenza, dal 1976, si gareggiava insieme con gli juniores), era stata ospitata proprio dall’impianto marchigiano, da poco inaugurato. Da allora tutte le edizioni, con l’unica eccezione di Genova 2007, hanno trovato sede sull’anello di Ancona: compresa la prossima, l’undicesima della serie tricolore. Alcuni dei migliori potranno ambire a una maglia azzurra per il Triangolare Under 20 del 4 marzo ad Halle, in Germania, ma l’appuntamento principale della stagione sarà quello dei Mondiali Under 18 a Nairobi (Kenya, 12-16 luglio).

Tra i protagonisti più attesi lo sprinter Lorenzo Paissan (Atletica Trento), due volte 6"87 quest’anno a 4 centesimi dal datato limite italiano dei 60 metri, e il lombardo Edoardo Scotti (ora Cus Parma), che ha avvicinato il record dei 400 metri indoor (49"11), nonché Francesco Guerra (Roma Sud) sui 1000 metri, dominatore del mezzofondo cadetti nella passata stagione. Nella marcia Davide Finocchietti (Libertas Runners Livorno) e Riccardo Orsoni (Cus Parma) sono stati un tandem da primato sui 3000m e ora si affrontano sulla distanza superiore. E nei concorsi maschili c’è il pluriprimatista cadetti del peso Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta), che non ha ancora gareggiato al coperto, ma lo scorso anno aveva già lanciato con l’attrezzo allievi a 18,12.

In campo femminile, prime uscite brillanti per la pesarese Elisabetta Vandi (Atletica Avis Macerata), che aveva perso per infortunio gli Europei di Tbilisi e ora è scesa a 55"65 sui 400 metri, poi una miglioratissima Eloisa Coiro (Roma Acquacetosa, 56"08 e 2'10"15) e la figlia d’arte Rebecca Menchini (Stronese Nordaffari), già tricolore nelle multiple a Padova e qui al via anche degli ostacoli, lasciando la leadership provvisoria dello sprint puro a un’altra figlia d’arte, la lombarda Eleonora Alberti (Nuova Atletica Varese, 7"67). Sulle pedane, le protagoniste potrebbero essere la neo-azzurra dell’asta Maria Roberta Gherca (Atletica Velletri), salita a 3,92, e la coppia del triplo formata da due pluricampionesse tricolori come Camilla Vigato (Coin Venezia) e Alice Rodiani (Atletica Gonzaga). DIRETTA STREAMING - Anche quest'anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta streaming su "http://fidal.idealweb.tv/". Oltre otto ore al giorno di trasmissione autoprodotte dalla Fidal per seguire le sfide e le emozioni di questa affollatissima rassegna giovanile.