Atletica Leggera: medaglie e record per le Marche agli Assoluti di Trieste. Bis della Vandi

0
450
Trieste 30/06/2017 Campionati Italiani Assoluti 2017- foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Brillano gli atleti delle società marchigiane ai Campionati italiani assoluti di Trieste, con tre piazzamenti sul podio e altrettanti record regionali. Doppietta di medaglie per Eleonora Vandi (nella Foto Giancarlo Colombo/Fidal), che conquista il bronzo nella sua specialità preferita, quella degli 800 metri in 2’04”02, e poi la 21enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata fa ancora meglio nei 1500 con uno splendido argento in rimonta con 4’21”19. In entrambe le gare c’è il nuovo primato marchigiano assoluto, superando due limiti storici: 2’04”19 di Stefania Savi nel 1990 e invece sulla distanza più lunga 4’23”01 di Barbara Lottatori nel 1993. Figlia d’arte, degli ex azzurri Luca Vandi e Valeria Fontan, ora è seguita dal tecnico Faouzi Lahbi, marocchino di stanza in Veneto. Il secondo posto sui 1500 è anche il miglior risultato agli Assoluti nella sua giovane carriera, già ricca di successi con 10 titoli italiani giovanili e gli ultimi tre nella categoria under 23 in questa stagione.

Protagonista al maschile Ahmed Abdelwahed (Cus Camerino), che sfiora la vittoria sui 3000 siepi e coglie il secondo posto in 8’36”73 per un enorme progresso rispetto al suo record regionale assoluto di 8’48”37 realizzato nel mese di maggio al meeting di Castiglione della Pescaia. Il 21enne romano di famiglia egiziana, allenato da Roberto Scalla, quest’anno ha già vinto due maglie tricolori under 23, sia nei 3000 siepi che sui 3000 indoor. Negli 800 metri il campione italiano indoor Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) è il primo degli esclusi dalla finale con 1’50”59, mentre la staffetta 4×100 femminile della Sef Stamura Ancona firma il nono tempo con Lorenza Tamberi, Giada Bernardi, Martina Buscarini, Marica Gigli in 47”40. Si comporta molto bene anche Sara Porfiri (Atletica Avis Macerata), che eguaglia il record personale sui 100 ostacoli in batteria con 14”32 e poi si migliora in semifinale con 14”20. Nel salto in lungo guadagna la finale Martina Aliventi (Collection Atletica Sambenedettese): la campionessa italiana juniores in sala atterra a 5,98 in qualificazione e quindi si piazza dodicesima con 5,60.

Tra gli atleti dei club militari salgono sul podio nel disco Giovanni Faloci, finanziere umbro proveniente dall’Atletica Avis Macerata, secondo con 59,16, e il poliziotto ascolano Nazzareno Di Marco, terzo con 58,01. Sui 400 ostacoli in 51”75 quinto Lorenzo Veroli, 24enne delle Fiamme Azzurre cresciuto nell’Atletica Montecassiano, e nei 110hs il carabiniere John Mark Nalocca, portacolori della Collection Atletica ambenedettese, finisce settimo con 14”18 ventoso.