Atletica Leggera Under 18: il marchigiano Olivieri 2° italiano di sempre nel martello


18 maggio 2017 - 17:48

Ancora un grande risultato del giovane marchigiano Giorgio Olivieri. Per la terza gara in questa stagione, il 16enne sangiorgese del Team Atletica Marche riesce a migliorare il primato regionale under 18 nel lancio del martello e arriva fino a 74,70 per diventare, con l’attrezzo da 5 kg, il secondo italiano di sempre nella categoria. Nella prima fase del Campionato di società su pista riservato alle categorie allievi e cadetti, allo stadio Helvia Recina di Macerata, il tricolore in carica della specialità ritocca infatti per altre due volte il suo record con 74,57 al secondo turno e 74,70 nel sesto e ultimo tentativo, per avvicinare il primato nazionale del friulano Marco Bortolato (75,76 nel 2011). Oltre un metro di incremento rispetto al 73,54 del 2 aprile a Fermo, mentre aveva lanciato 72,09 a Rieti il 19 marzo. L’atleta cresciuto sotto la guida tecnica di Alfio Petrelli e seguito dal papà Luigi, ex vicecampione italiano juniores del giavellotto, nella passata stagione ha indossato la maglia azzurra agli Europei Allievi di Tbilisi, mentre nel 2015 si è aggiudicato il titolo nazionale Cadetti.

Le graduatorie provvisorie regionali di club vedono al comando gli allievi (Under 18) del Team Atletica Marche e le allieve dell’Atletica Fabriano. Nelle classifiche parziali Under 16, guidano i Cadetti della Collection Atletica Sambenedettese e le cadette dell’Atletica Avis Macerata. Non mancano altre prestazioni individuali di rilievo: sui 400 metri la pesarese Elisabetta Vandi (Atletica Avis Macerata), tricolore indoor, corre in 56”04 davanti a Emma Silvestri (Collection Atletica Sambenedettese), alle sue spalle in 57”35 e poi vincitrice dei 400hs con il record personale 1’02”01. La martellista Sara Zuccaro (Atletica Fabriano), campionessa italiana cadette nel 2016, spedisce l’attrezzo a 53,50, mentre il bronzo tricolore indoor Benedetta Trillini (Tam) supera 1,67 nell’alto e Micol Zazzarini (Avis Macerata) si migliora sui 100hs con 14”81. Al maschile, in evidenza il saltatore in alto Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) che per la prima volta supera la quota di 2,00, nella velocità Mattia Mecozzi (Saf) con 11”02 e 22”49 completa la doppietta 100-200 metri come Benedetta Boriani (Stamura Ancona), 12”63 e 26”21.

Nella gara-record di Olivieri, personal best anche di Orges Hazisllari (Asa Ascoli) che lancia il martello a 59.94, invece nel peso allieve 13.84 di Irene Rinaldi (Fabriano), quest’anno già arrivata a 14.11. Brillano i cadetti, soprattutto al femminile. Nei 300 ostacoli Angelica Ghergo (Osimo), bronzo tricolore nella scorsa stagione, scende fino a 44.68 ma vince anche sui 300 piani in 40.97, mentre negli 80 ostacoli Martina Cuccù (Sangiorgese) si impone con 12”15 e la compagna di club Greta Rastelli sugli 80 piani in 10”16. Al maschile doppietta di Emanuele Mancini (Collection Samb) con 13”94 nei 100hs e 40”94 sui 300hs, ma anche per Matteo Colletta (Stamura) che corre gli 80 in 9”52 e salta 6,25 nel lungo. Sui 300 successo per Daniele Di Matteo (Team Atletica Porto Sant’Elpidio) in 38”01, con la 4x100 cadette della Collection Atletica Sambenedettese (Giulia Rossi, Anthea Pagnanelli, Irene Pagliarini, Isabel Ruggieri) a 50”94.