Cambio di direttivo, l’associazione Paese Alto Grottammare si rinnova

0
69

GROTTAMMARE (AP) – Il consiglio direttivo dell’associazione Paese Alto Grottammare cambia. Dal 2011 l’associazione si è impegnata in numerose iniziative culturali ed enogastronomiche, che hanno portato nuova linfa vitale al piccolo borgo grottammarese, mantenendo alto l’interesse turistico, anche internazionale. Ha ora eletto il nuovo direttivo che ha nominato come presidente Adriana Ficcadenti, vice Presidente Tonino Pignotti, segretaria Antonella Romoli Venturi, tesoriere Mario Ascani.

L’associazione afferma la volontà di dare continuità a tutti quegli appuntamenti che hanno fatto del Paese Alto di Grottammare un punto di riferimento territoriale: tra questi “Juttenizie”, cena itinerante fra le vie del borgo giunta alla quinta edizione, che ha dato grande risonanza mediatica e ha visto di anno in anno un aumento di successo; “Un Borgo d’amare ” e “Logge d’autore” che riempiono di arte e colore le nostre vie; “Borgo in festa”, che con le sue tavole natalizie è ormai diventato un appuntamento tradizionale delle festività grottammaresi; infine il nuovissimo “Piano cerca Pianista” che con le sue sonorità ha portato magia per le strade del Borgo.
L’impegno dell’associazione è rivolta anche a nuove iniziative tra cui incontri tematici e cene letterarie con lo scopo di dare un contributo culturale a Grottammare, continuando nel segno della collaborazione con altre associazioni, senza dimenticare l’incanto con cui alcuni eventi passati come “Grottammare paese dei Balocchi” che hanno saputo scaldare i cuori di tutti.

La nuova presidente dichiara: “Desidero ringraziare tutti i soci per la fiducia in me riposta. La nostra associazione in questi anni ha portato risultati oltre ogni aspettativa e questo solo grazie allo spirito di collaborazione che ci ha animato e all’amore incondizionato che condividiamo per il Vecchio Incasato. Ho accettato l’incarico di Presidente nella consapevolezza che questo spirito non si spegnerà e che nessuno dei miei compagni mi farà mancare il proprio fattivo supporto. Un ultimo ringraziamento va a Giuseppe Rivosecchi e a tutti coloro che prima di noi hanno ricoperto le cariche associative, tante cose sono state fatte e tantissime ne faremo a venire. Amiamo questo luogo e lo proteggeremo rendendolo ancora più unico e prezioso.”