Carnevale, oltre 2100 studenti per Giovedì Grasso

0
57

ASCOLI – Si trasformerà in un’autentica invasione di maschere il tradizionale appuntamento con le scuole per l’apertura del Carnevale ascolano. Un appuntamento immancabile che batterà tutti i record di partecipazione coinvolgendo, nella mattinata di giovedì grasso, complessivamente oltre 2100 studenti, dei quali più di 1800 si esibiranno in centro (di cui oltre 1000 in piazza del Popolo, oltre 800 nel chiostro di San Francesco) mentre circa 300 che attenderanno Re Carnevale in classe. Un numero di partecipanti superiore a tutte le precedenti edizioni, inclusa quella dello scorso anno quando i partecipanti furono 1329 totali inclusi i gruppi visitati da Re Carnevale. Oltre 1800 alunni, dunque, sfileranno in maschera fino ad arrivare in piazza del Popolo e al chiostro di San Francesco, salutati da Re Carnevale, Fiorenzo Esposto, e da Buonumor Favorito, Amedeo Lanciotti. Mentre circa 300 attenderanno in aula, rigorosamente mascherati, l’arrivo del Re Carnevale bis, impersonato da Giancarlo Marini. Un evento, dunque, che si dimostra sempre più coinvolgente e punto cardine del programma del Carnevale di Ascoli, grazie anche ad una macchina organizzativa efficiente messa a punto dall’Associazione “Il Carnevale di Ascoli” insieme all’Amministrazione comunale che oltre a un contributo integrativo si farà carico del servizio di trasporto degli studenti in maschera dalle scuole più lontane al centro storico e ritorno.

Il programma della mattinata, con la conduzione affidata come sempre a “Micio” Marco Regnicoli e alla Maga Stagnola alias Silvia Frillici prevede, nel dettaglio, le esibizioni di 31 gruppi tra piazza del Popolo e piazza delle erbe (chiostro di San Francesco). In piazza del Popolo si esibiranno: alle 9,15 saranno di scena 200 persone tra la mini-banda di Acquasanta ed Arquata e gli alunni delle scuole di Roccafluvione e Venarotta, per un segnale importante di vicinanza a questi territori maggiormente colpiti dal sisma; alle 9,30 le classi quarta A, quarta b e quinta A della Malaspina con “Ann’Ascule… lavori socialmente utili”; alle 9,40 la quarta A e quarta B tempo pieno della Malaspina con “Alla ricerca del Mago di Oz”; alle 9,50 la quinta A tempo pieno della Malaspina con “Il congiuntivo… la situazione è grammatica”; alle 10 la quinta B tempo pieno della Malaspina con “Il ballo del mattone”; alle 10,10 le classi prima, seconda e terza della scuola Falcone-Borsellino con “Un plesso Fico”; alle 10,20 la quarta e la quinta della Falcone-Borsellino con “De scole ce ne sta tante… ma la nostra batte tutte quante!”; alle 10,30 la scuola per l’infanzia di San Gaetano con “Nel mondo che vorrei… i diritti non sono capricci”; alle 10,40 la scuola primaria di Marino com”Lu Marì se sa sempre differenzià”; alle 10,55 la scuola primaria di Poggio di Bretta con “E tu che faccia c’ha?”; alle 11,10 le classi seconda A e terza F della media Luciani con “Gli sdraiati”; alle 11,20 la terza B della Luciani con “Misticanza storico letteraria”; alle 11,30 la scuola per l’infanzia di Sant’Agostino con “Sant’Agostino in festa senza un titolo per la testa”; alle 11,40 le classi prima, quarta e quinta di Sant’Agostino con “Oh Centr, dagghie può!”; alle 11,50 le classi seconda e terza di Sant’Agostino con “Su, rrazzete ‘ssi saracinesche!”; alle 12 le classi quarta e quinta di San Domenico con “Nu seme native digitale” e alle ore 12,10 gli alunni della media Ceci-Cantalamessa con “World Hug”.

In piazza delle erbe (chiostro di San Francesco) si esibiranno: alle 9,20 la banda di Acquasanta e Arquata; alle 9,30 gli alunni della scuola Rodari, alle 9,40 la classe terza A tempo pieno della scuola Malaspina “Che na’ ma’ lu pandore, co’ chell’addra lu raviole”; alle 9,50 la seconda B tempo pieno della Malaspina con “Gira che te reggira… sempre loche steme”; alle 10 la seconda A tempo pieno della Malaspina con “Stu Munne… è tutte nu Carnevale”; alle 10,10 gli alunni della Rodari con “Tutte lu munne è paese”; alle 10,25 gli alunni della San Serafino e della Latini con “La mestecanza”; alle 10,40 gli alunni della media del plesso di via Sardegna con “Chigghie Super de Monticelli”; alle 10,55 la scuola per l’infanzia Montessor-Tofare con “Dalla scuola… al mondo perfetto”; alle 11,05 la primaria Montessori-Tofare con “Grammaticale… ogni simbolo vale”; alle 11,15 la scuola per l’infanzia della Malaspina con “Me faceme de tutte li colure”; alle 11,25 la prima A tempo pieno della Malaspina con “Chigghie de la Rua de lu Maghe”; alle 11,35 la prima B tempo pieno della Malaspina con “Zomba e canta li limane pe’ lu dì de Carnevale”; alle 11,45 la prima A della Malaspina con “Frie lu pesce e uarda lu atte”; alle 11,55 la seconda A della Malaspina con “Casca l’acqua ‘mmbossa”; alle 12,10 gli alunni della media D’Azeglio con “Andiamo a lavorar la città vogliamo sistemar”.

Tra le scuole che riceveranno la visita di Re Carnevale, parte di quella per l’infanzia della Malaspina (con “Me faceme de tutte li colure”), quella per l’infanzia di San Domenico (con “Siend come sona), la materna paritaria De Berardinis con “Lu dì de Sant’Emiddie, quella dell’infanzia don Giussani a Poggio di Bretta con “Se son rose fioriranno”, quella dell’infanzia Latini di Mozzano e quella del Pio Istituto del Sacro Cuore di Gesù.