Como, parla il ds Dolci: “Ascoli grande società, ha operato bene sul mercato”

0
218

Intervista esclusiva al ds del Como Giovanni Dolci, a 48 ore dalla partita tra gli azzurri e i bianconeri, che ci dice la sua sul Como e le sue ambizioni. Parole anche sull’Ascoli di BelliniLovato e Marroccu.

Come è stato il mercato del Como e quali obiettivi ha nel mirino la società?
“Il mercato è stato quello di una classica squadra neopromossa. Abbiamo aggiunto molti giocatori alla squadra per cercare di essere competitivi nel campionato cadetto, senza però smantellare il gruppo che lo scorso anno ci ha portato in B dopo la cavalcata dei Playoff. Molti giocatori sono stati aggregati in squadra negli ultimi giorni di mercato quindi non siamo ancora al massimo delle nostre potenzialità. Per quel che riguarda l’obiettivo finale del nostro campionato, essendo una neopromossa, è quello di arrivare il prima possibile alla salvezza”.

In squadra avete una punta di diamante che può fare la differenza in B, parliamo di Ebagua…
“Senz’altro Ebagua è un giocatore fortissimo per la categoria e finalmente si è sbloccato nell’ultima partita contro il Novara. Detto ciò però non mi va di definire Ebagua la nostra punta di diamante. Certo ci darà una grossa mano ma la squadra deve essere il nostro diamante, tutta insieme. Se il nostro gruppo rema tutto nella stessa direzione ci toglieremo molte soddisfazioni”

Parliamo dell’Ascoli, cosa ne pensa dei bianconeri? “L’Ascoli ha operato bene sul mercato, prendendo giocatori di categoria per un campionato lungo e difficile come quello della serie B. Ma oltre questo devo dire che ha davvero una grande società. Bellini ha preso in mano le macerie dell’Ascoli ed è ripartito praticamente da zero e, in un solo anno, è riuscito a tornare nel campionato cadetto. Ovviamente non bisogna scordare il lavoro di Lovato lo scorso hanno a cui è stato recentemente affiancato il ds Marroccu, che è davvero un ottimo acquisto societario.”

Riccardo Cafini
Ascolilive.it