Crisi del lavoro, l’Ugl non si rassegna “Sulla Novico è vietato demordere”

0
389
Il Tribunale di Ascoli Piceno

TribunalediAscoliPiceno

 

L’Ugl (Unione generale del lavoro) di Ascoli, dopo il summit insieme agli irriducibili della Haemonetics che dal 18 ottobre 2013 un anno presidiano lo stabilimento di Campolungo, non si rassegna sul fronte ex Novico. “Che non rimanga ad arrugginire come in un cimitero degli elefanti – dice la segreteria provinciale del sindacato – l’interessamento del prefetto e tante riunioni delle istituzioni non hanno sortito effetto, segno evidente di una assoluta debolezza dei canali ufficiali. Ma noi, testardi come siamo, non ci siamo fermati e abbiamo continuato a cercare qualche spiraglio. Lo abbiamo trovato – spiega – ne abbiamo parlato con il curatore Fallimentare. E’ una piccola traccia, ma che va seguita. Lo dobbiamo fare per ridare dignità e lavoro ai lavoratori ex Novico e invertire la caduta economica del territorio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.