Da oggi la circolazione sul traforo del Gran Sasso è limitata

0
202

Dopo l’incontro al MIT di venerdì scorso, in cui erano presenti i rappresentanti di Strada dei Parchi, dei Ministeri interessati, dell’Istituto di Fisica Nucleare e degli acquedotti di Teramo e L’Aquila, è stato definito un modello di circolazione all’interno del Traforo del Gran Sasso, progettato per ridurre al minimo i rischi di incidente e quindi di ipotetici sversamenti liquidi all’interno delle gallerie.
Le prescrizioni sono frutto dell’accordo raggiunto per consentire di mantenere aperto il Traforo e impedire anche in via di ipotesi uno sversamento che possa raggiungere la falda acquifera del Gran Sasso.
A partire da lunedì 20 maggio: si viaggerà su una sola corsia per ogni galleria; la corsia di sorpasso della carreggiata est (direzione Teramo) sarà destinata ai mezzi tecnici di intervento in caso di incidente; la corsia di marcia della carreggiata ovest (direzione L’Aquila) sarà destinata ai mezzi tecnici di intervento in caso di incidente. Sarà introdotto il limite di velocità di 60 km/orari e divieto di sorpasso per tutti i veicoli; distanza minima di 50 metri tra i mezzi obbligatoria per tutti.
La scelta di ridurre il transito su una sola corsia servirà a garantire il libero accesso dei mezzi di soccorso in caso di incidente, evitando dispersione di materiali liquidi. I tempi di percorrenza dell’attraversamento, con queste misure in atto, passeranno dai 5-6 minuti ai 10 minuti.