Festival dell’Appennino, tappa a Faete dopo il rinvio per maltempo. Eremo di San Marco, un successo


11 ottobre 2017 - 14:45
 

Dopo la puntata all'Eremo di San Marco (nelle foto), sabato 14 ottobre torna il Festival dell'Appennino che, con appuntamento alle ore 14,45 farà tappa a Faete per l’evento “Neve d’estate”. Dopo l’annullamento del 10 settembre, a causa del maltempo, il Festival torna nel territorio di Arquata del Tronto (Ascoli) con l'escursione de "L'anello della Madonna della Neve”. Prende il nome dall'omonima chiesa che conserva affreschi del XV secolo tra cui uno sull'Annunciazione.

La sua costruzione in quel luogo riporta alla tradizione di erigere una chiesa nei luoghi detti neviere, utilizzati per la raccolta e la conservazione della neve che veniva poi utilizzata per conservare gli alimenti.

Il Festival propone un'escursione di circa 2 ore e mezza per 5,5 chilometri, con dislivello in salita e discesa di 300 metri. Il percorso presenta alcuni tratti di pendenza accentuati. Come di consueto si consiglia un equipaggiamento per le escursioni e si ricorda che sono obbligatori gli scarponi da trekking, sono consigliati giacca impermeabile, indumenti di ricambio, borraccia o bottiglie pet, zaino media capacità, e sono facoltativi i bastoncini per aiutarsi nel cammino. Durante l'escursione i partecipanti saranno accompagnati dalle guide della Mountain Project.

L’appuntamento è a Faete, ma si raccomanda di parcheggiare prima del paese. La partenza per l’escursione è prevista alle ore 15,15 e, trattandosi di un anello, si tornerà direttamente in paese dove ii partecipanti saranno accolti dalla musica della "Large Street Band", band di San Miniato (Pisa) e da una performace della Compagnia dei Folli dal titolo “Neve d'estate”. L'evento si concluderà intorno alle ore 18,30. Non è previsto un punto ristoro a Faete, quindi è consigliabile portarsi qualcosa da mangiare e da bere.