Grottammare, il porta a porta 2.0 raggiunge il lungomare sud

0
53

GROTTAMMARE (AP) – L’anno nuovo inizia con l’estensione del sistema di raccolta dei rifiuti con tracciabilità elettronica alle zone non ancora servite a sud della Città, ovvero lungomare De Gasperi e vie comprese tra questo e la linea ferroviaria. Per questo motivo, la Picenambiente, in collaborazione con l’assessorato alla Sostenibilità ambientale, attiverà il consueto ecosportello che fungerà da punto informativo e da punto di ritiro dei nuovi mastelli dotati di codice identificativo di ogni utenza. L’ecosportello verrà allestito nella sede della Guardia medica turistica del Lungomare sud, nei giorni giovedì 11 e venerdì 12 (9.30-13.30 / 14.30-17) e sabato 13 gennaio (ore 9-13). Ai residenti verranno consegnati i mastelli per il conferimento di Carta/cartone/tetrapak, di Vetro e di Plastica/lattine. Per quanto riguarda la raccolta dell’indifferenziata (c.d. sacco nero), data l’alta vocazione turistica della zona, il conferimento potrà essere effettuato direttamente nei cassonetti stradali; a tal fine, la Picenambiente ha valutato la sostituzione dei vecchi contenitori con bidoni di capacità superiore (660 lt) delle postazioni di via Ponza.

L’estensione del “Porta a porta 2.0” in queste zone rappresenta la quinta tappa del percorso di adeguamento al nuovo sistema di raccolta che punta a definire ulteriormente i conferimenti di ogni utenza. A Grottammare, la raccolta tracciabile è partita in via sperimentale nel quartiere Bellosguardo Sgariglia nella primavera del 2015. Successivamente, è stata introdotta a Ischia I, a fine 2016 nel quartiere Ascolani, mentre nei primi mesi del 2017 il sistema venne introdotto nei quartieri San Martino e Tesino Village, che attualmente sono gli unici quartieri a nord del Tesino ad essere serviti dalla raccolta tracciabile.