Maltrattamento animali, L’Amico Fedele torna a fare informazione con il progetto Link


9 gennaio 2018 - 15:18
GROTTAMMARE (AP) - Sabato 24 febbraio nella Sala Consiliare del Comune di Grottammare l’associazione onlus L’amico Fedele organizza un corso di formazione gratuito su un argomento ancora troppo poco conosciuto: il nesso tra compimento di reati socialmente pericolosi e maltrattamento sugli animali. Parlerà di questo tema LINK, associazione italiana di specialisti fondata proprio per trasporre in Italia un fenomeno che dagli anni Sessanta è stato già studiato, trattato e contrastato dagli USA e dall'FBI. Studi internazionali, infatti, hanno dimostrato scientificamente che mettere in atto comportamenti violenti sia attivi che omissivi su animali costituisce un’allert significativo di disturbi della condotta, disturbi antisociali di personalità da parte degli autori che possono portare alla commissione di reati di violenza domestica, mobbing familiare ecc. A parlare di questo fenomeno per la prima volta nella Regione Marche sarà Francesca Sorcinelli, educatrice professionale nonché Presidente dell’associazione.
Questa iniziativa è aperta a tutti i cittadini compresi professionisti del settore: avvocati, assistenti sociali, giudici, forze dell’ordine, insegnanti, maestre, ecc. con cui l’associazione LINK collabora in altre realtà del territorio nazionale.
“La nostra onlus ha deciso di dedicare il 2018 al tema della prevenzione motivata dal fatto che negli ultimi anni le istituzioni, fatto salvo qualche Comune particolarmente ricettivo, stanno dimostrando totale inadempienza su questo fronte in vari ambiti che riguardano gli animali: campagne di informazione, sensibilizzazione, sterilizzazione; progetti educativi nelle scuole e altro", denuncia Alice Agnelli, presidente de L'Amico Fedele, "Per cui nel nostro calendario non poteva che essere inserito questo corso di formazione perché riteniamo che non ci sia prevenzione più importante per la nostra mission di protezione animali della presa di coscienza di certe realtà da parte di tutta la collettività e delle stesse istituzioni". Un bambino che maltratta o uccide un piccolo animale come una lucertola o anche solo non avverte l’importanza del prendersi cura di un animale evitandone la morte o la malattia rappresenta a livello statistico e dunque scientifico un potenziale futuro criminale di altri reati che vanno a ledere non solo gli animali ma anche le persone. "Quindi proteggere gli animali significa proteggere tutta la nostra società, combattere per lo sviluppo dell’empatia, dell’auto controllo, della cura nei bambini significa salvaguardare l’intero sistema sociale", conclude, "Ci tengo da subito a ringraziare gli Enti patrocinatori e cioè il Comune di Grottammare e il Comune di Acquaviva Picena e i nostri partner associazione Canbiamente e Univol per il supporto offerto per l’organizzazione di quest’evento”. L'incontro è solo l’inizio di una serie di iniziative di informazione e formazione che L'Amico Fedele sta preparando.
A breve saranno disponibili tutti i dettagli sul sito www.lamicofedele.it e sulla pagina Facebook dell'associazione.