Modena-Ascoli, Lovato:”Ora vogliamo arbitri di livello, è la terza partita con episodi a sfavore. Adesso basta”

0
344
Gianni Lovato (Foto AscoliLive.it)

Al termine della gara tra Modena ed Ascoli, ecco le voci dei protagonisti della partita che analizzano la partita vinta dal Modena di Crespo con due calci di rigore di Mazzarani. Nel mezzo, la rete di Giorgi.

Gianni Lovato, direttore generale Ascoli: “Ho espresso la nostra delusione a Gava, osservatore arbitrale di oggi. Siamo una società educata, e ritenuta tale. Siamo alla terza partita dove succedono cose gravi come il gol inesistente contro il Cesena. Abbiamo perso a Latina per gol viziato da fallo di mano. Qualche dubbio sul primo gol, vista la mano di un giocatore loro. Poi ascolto dichiarazione ridicole da parte di un giocatore del Modena che lamenta il pareggio. Abbiamo chiesto di avere arbitri di livello”.

Mario Petrone, allenatore Ascoli, in conferenza stampa: E’ stata una partita dove abbiamo giocato con grande caparbietà. Ci aspettavamo questo Modena. Potevamo osare di più nelle verticalizzazioni. Dobbiamo portare dalla nostra parte gli episodi. Fino al l’espulsione eravamo in partita. Dobbiamo fare tesoro di quello che è successo oggi. Sabato contro il Crotone vogliamo dimostrare chi siamo. Oggi abbiamo concesso tre episodi. C’era una doppia ammonizione per Marzorati per fallo su Perez. Preferisco arrivare a sabato incassato per riprendermi quello che abbiamo lasciato oggi”.

Antonio Caliendo, presidente Modena: “Temevo più l’Ascoli del Latina. Hanno giocatori espertissimi. Hanno sbagliato sul fatto di tenere il ritmo della partita. Si sono trovati di fronte giocatori giovani. Primo tempo mediocre da parte nostra. Nel secondo siamo andati meglio. I primi tempi sono da cancellare per entrambe le squadre. L’Ascoli doveva pensare a giocare un po’ di più e cadere di meno a terra. Questo non fa bene al sistema calcio. Fino ad oggi non abbiamo mai avuto un rigore a favore e mai ci siamo lamentati. I due erano netti. Anche sul gol annullato a Besea c’è da rivedere un po’ l’accaduto”.

Lino Marzoratti, difensore Modena: “L’Ascoli oggi meritava il pareggio. Abbiamo messo in campo la giusta tenacia e siamo riusciti a vincere la gara“.

Andrea Mazzarani, attaccante Modena: “Il giocatore che mi ha fatto fallo è stato ingenuo. Ha voluto calciare la palla e ha preso il mio piede.Il primo non l’ho visto. Siamo contenti, è stata una partita tosta con l’Ascoli che ha fatto il suo gioco. Bravi noi a rimetterla a posto. All’inzio abbiamo faticato a prendere i tempi a Pirrone, ci hanno fatto correre molto. Complice l’espulsione di Canini abbiamo iniziato a tenere il pallino del gol. Loro ci hanno messo tanta grinta e tanta voglia. Troppi cartellini gialli? L’arbitro ha un po’ esagerato con i cartellini. Falli, si, ma sempre con correttezza e rispetto. Una vittoria importante, quasi vitale“.

Hernan Crespo, allenatore Modena: “Partita chiusa e complicata contro squadra in ottima salute. L’Ascoli aveva la fascia sinistra con giocatori ammoniti e abbiamo fatto bene a spingere li. Finalmente ci hanno fischiato rigori a favore. Il calcio sono episodi. Oggi l’arbitro ha visto bene. Siamo passati in vantaggio. Poi l’Ascoli ha pareggiato su un’azione dove non so se c’era un fallo. L’arbitro è stato bravo a vedere il rigore a nostro favore“.

Mario Petrone a Radio Ascoli: “Se io in questo momento mi focalizzassi sugli episodi del Modena e quello mancante di Perez ci allontaniamo dalla realtà Sono contento di come siamo venuti a verticalizzare, ma in alcuni momenti è mancata la testa. In Serie B paghi con uno sbaglio, immagina con due o tre episodi a sfavore. In alcuni fraseggi il Modena non riusciva neppure a prenderci. Abbiamo preso gol sugli unici tiri che potevano fare perché. oltre quelli, non abbiamo preso un tiro in porta. Questo è il modo in cui dobbiamo giocare, con questo possesso palla, ed osare di più negli ultimi venti metri. Nel secondo tempo abbiamo alzato i ritmi. Cartellini gialli? Dell’arbitraggio mi dispiace che Marzoratti ha preso il secondo fallo da giallo e non è stato punito come Canini. Per il resto tutti possono commettere errori, il suo commissario saprà cosa dirgli. Caliendo? Non devo rispondere a lui. Io vedo, valuto e lavoro. Abbiamo buttato via un risultato che ci poteva dare continuità Caliendo si deve fare ben altre domande. Crotone è una bellissima squadra. Queste sconfitte con questi episodi portano anche ad una crescita“.

Giuseppe Pirrone, centrocampista Ascoli: Contatto leggero, non penso sia rigore. Primo tempo il Modena è stato molto basso e abbiamo fatto fatica. E’ mancata la giocata giusta ma abbiamo tenuto il pallino del gioco fino all’inferiorità numerica. Ci dispiace perché è una partita in cui dovevamo fare punti, ma se ti fischiano due rigori cosi…rispetto al Pescara non penso abbiamo giocato tanto peggio, anzi avevamo noi il pallino del gioco. E’ mancata solo la giocata per sbloccarla. Adesso dobbiamo rialzarci anche se con il un Crotone cosi sarà dura. Giocano un bel gioco e sono molto pericolosi”.

AscoliLive.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.