Giostra di Monterubbiano vietata ai cavalli purosangue


17 febbraio 2017 - 11:32
La "Giostra all’Anello" di Monterubbiano (Fermo) non si potrà correre con cavalli di razza purosangue inglese. E' la decisione assunta all’unanimità dal consiglio direttivo della "Armata di Pentecoste-Sciò la Pica" composto dal presidente Silvia Moreschini, dal vice Giorgio Tegazi, dai consiglieri Luca Murani, Roberto Santini e Stefano Marzoni, dal presidente della Pro Loco Simone Forò, dal delegato del Comune Alessandro Rossi e dai rappresentanti delle quattro Corporazioni: Marco Mircoli (Artisti), Fausto Pagliarini (Mulattieri), Manola Ferracuti (Bifolchi) e Arianna Africani (Zappaterra). La riunione si è svolta alla presenza del sindaco Maria Teresa Mircoli ed era stata convocata in seuito al divieto imposto dalla recente modifica del 3 agosto 2016 all’Ordinanza Martini che regola le manifestazioni dove vengono utilizzati cavalli. A vincere l’edizione 2016 della Giostra per la Corporazione dei Mulattieri è stato il cavaliere Riccardo Raponi di Recanati in sella all'anglo-arabo di 9 anni Fiorentina Saura (nella foto di Federica Eleutieri). Con questa novità a Monterubbiano verrà ora avviata la macchina organizzativa della manifestazione. Il momento clou sarà come sempre la disputa della "Giostra all'anello", giunta alla 53esima edizione, in programma domenica 4 giugno 2017.