Gli ruba l’auto e poi tenta di “rivendergliela”: 54enne in manette


19 maggio 2017 - 18:24

I poliziotti del Commissariato di San Benedetto del Tronto (Ascoli) hanno arrestato un uomo di 54 anni - C.R. di Cupra Marittima (Ascoli) - dopo che gli hanno teso una trappola in collaborazione con la persona cui era stata poco prima rubata la propria automobile. A sparire era stata una Renault Captur parcheggiata a Grottammare (Ascoli) in Via Salvo D'Acquisto. Il proprietario ha denunciato il furto in Commissariato e poco dopo ha ricevuto una chiamata in cui la persona al telefono si presentava come l'intermediario in grado di fargli recuperare l'auto. Ha detto che gli sarebbero bastate alcune telefonate e che occorreva pagare 500 euro. Poi la cifra è salita a 2.000 euro.

Un classico. Che non ha però trattol in inganno nessuno, tanto che i poliziotti - ovviamente in abiti civili - si sono appostati nel luogo convenuto per lo "scambio", cioè Piazza Carducci a Grottammare. Ammanettarlo è stato un gioco da ragazzi ed ora il 54 enne, colto in flagranza, dovrà rispondere del reato di estorsione. E' stato condotto nel carcere di Fermo a disposizione della Procura della Repubblica di quella città. Ma non aveva agito da solo. Infatti è stato denunciato a piede libero (la flagranza era ormai trascorsa) un sambenedettese che aveva in tasca parte dei soldi. Il resto dei 2.000 euro e l'auto sono stati recuperati in un garage di Grottammare.