Spal-Ascoli, il mitico Campanini doppio ex: “Spal bella sorpresa, ma tiferò Ascoli”

0
266

di Bruno Ferretti

Con la Spal ha iniziato a giocare debuttando in serie A, con l’Ascoli  ha trascorso i suoi anni migliori tornando – dopo sedici anni – nel massimo campionato. E per questo Renato Campanini (nella foto ai tempi dell’Ascoli, alle sue spalle c’è un giovanissimo Massimo Silva) sabato a Ferrara sarà il doppio ex di Spal-Ascoli. “Da casa mia ci sono trenta chilometri e quindi andrò a vedere la partita, nebbia permettendo perché in questi giorni nella nostra zona ce n’è veramente tanta – dice Campanini che resta il miglior realizzatore dell’Ascoli con 76 gol in 184 dalla C alla serie A. I tifosi bianconeri non lo hanno dimenticato: quelli con qualche anno in più ricordano le sue gesta, quelli più giovani le hanno sentite raccontare dai genitori o dai nonni. “Faccia da gol” e “Faina” erano i suoi nomignoli, per sottolineare la furbizia che sapeva mettere in campo, soprattutto nell’area di rigore. Renato era il terrore dei difensori avversari e il punto di forza dell’Ascoli di Costantino Rozzi e Carlo Mazzone che al termine del campionato 1973-1974 conquistò la prima promozione in serie A.

Renato_Campanini“Con la Spal debuttai in serie A nel campionato 1957-1958 – ricorda Renato – avevo 19 anni e disputai 5 partite realizzando i miei primi 2 gol. Mi aveva voluto a Ferrara il presidente Mazza che riuscì a mantenere la Spal per tanti anni nel massimo campionato. Ad Ascoli arrivai dopo dieci anni e le stagioni trascorse in maglia bianconera restano per me il ricordo più bello”.

“Per chi tiferò sabato? Spero che gli amici di Ferrara non se ne abbiamo a male, ma io farò il tifo per l’Ascoli che seguo sempre con interesse da lontano e dove conservo ancora  tanti amici – rivela Campanini – penso che sarà una bella partita. La Spal, pur essendo una matricola, sta andando oltre le previsioni: è terza in classifica e si è rinforzata prendendo Floccari, un attaccante di serie A. L’Ascoli è a centro classifica e viene da una serie di sette risultati positivi compreso il pareggio di sabato scorso a Cesena. A Ferrara cercherà di allungare la serie. Ho visto che al mercato ha continuato la politica dei giovani come faceva, tanti anni fa, proprio la Spal di Mazza. Ma sarà importante il recupero di Cacia che è l’uomo-gol capace di fare la differenza”.

xxxx
Campanini con Mazzone: ogni estate i due si incontrano a San Benedetto del Tronto

Campanini ha giocato quattro volte con la Del Duca Ascoli, da ex, contro la Spal. Nel campionato di serie C 1970-1971 a Ferrara finì 3-1 per gli emiliani. La Spal vinse anche al ritorno (1-2) e per l’Ascoli segnò proprio Campanini. Gli emiliani chiusero al 2° posto dietro il Genoa promosso, l’Ascoli al 4°. Nel campionato successivo 1971-1972, quello della promozione dei bianconeri in serie B, all’andata l’Ascoli vinse 2-1 con reti di Campanini e Colombini, al ritorno a Ferrara finì 0-0.