Stadio – Ascoli Picchio F.C. 1898

 

 
 
 

Stadio – Ascoli Picchio F.C. 1898

 

Squarcia

Il primo stadio della storia dell’Ascoli viene costruito nel 1925 all’ex foro boario, nella zona dei giardini pubblici e per questo prende il nome di Comunale dei Giardini. E’ inaugurato nel 1926 con un’amichevole contro la Lazio. L’impianto, opera dell’ing. Arturo Paoletti e dell’ing. Giuseppe Viccei, in seguito viene dotato di una tribuna coperta, la prima in Italia completamente sospesa, e prese il nome di stadio Ferruccio Corradino Squarcia. Nel 1936 si pensò di rinnovare il fondo dello Squarcia, dotandolo di manto erboso e migliorando la pista di atletica leggera.

Del Duca vecchio

Lo Squarcia rimane lo stadio dell’Ascoli fino al 1962, quando alle Zeppelle l’amministrazione comunale decide di edificare il nuovo stadio che prenderà il nome di Cino e Lillo Del Duca. Questo stadio nel giro di pochi anni vedrà salire l’Ascoli Calcio dalla serie C alla serie A.

Del Duca nuovo

Nell’estate del 1974, dopo la prima storica promozione in serie A, lo stadio Del Duca viene ampliato dal presidente Costantino Rozzi. L’impianto raggiunge la capienza di 36.000 posti. I lavori di ampliamento vengono realizzati in appena 90 giorni. Col passare degli anni la capienza è stata ridotta fino ai 20.550 spettatori attuali, anche a causa delle normative di legge sulla sicurezza.