domenica, Settembre 24, 2023
HomeSpettacolo e GossipTaylor Swift: i fan soffrono di "amnesia post-concerto"

Taylor Swift: i fan soffrono di “amnesia post-concerto”

Immagina di pagare centinaia di euro per andare al concerto di Taylor Swift, magari anche sfidando la pioggia e, una volta tornato a casa, non ricordi più niente di quello che hai appena visto.

Sembra quasi incredibile, ma molti fan di Taylor Swift affermano di soffrire di “amnesia post-concerto”.

Gli psicologi dicono che le emozioni e il tempo potrebbero essere alla base del fenomeno.

Dalle esperienze fuori dal corpo all’ingresso in uno stato onirico, i fan di Swift – o Swifties come preferiscono essere conosciuti – si sono rivolti ai social media negli ultimi giorni per rivelare il loro senso di colpa per non essere in grado di ricordare i momenti chiave delle Ere tour.

L’amnesia può essere un sintomo abbastanza serio, riferito alla perdita di ricordi, esperienze e informazioni.

Ma la dottoressa Michelle Phillips, docente senior di psicologia musicale presso il Royal Northern College of Music, afferma che l’idea dell’amnesia post-concerto non è così spaventosa come sembra.

Raramente accadrà che i fan non ricordino assolutamente di essere stati a un concerto.

“In effetti, è probabile che sia una delle cose che ricordano di aver frequentato per il resto della loro vita”, afferma il dott. Phillips.

“È semplicemente che codificano alcuni aspetti dell’evento nella memoria, e non altri”.

Quindi, sia che tu tenda a concentrarti maggiormente sui passi di danza del tuo artista preferito, sia che ti piaccia semplicemente essere a uno spettacolo con i tuoi cari, le persone prestano attenzione a ciò che è importante per loro e codificano i ricordi di queste cose, piuttosto che della musica.

Il vecchio detto “il tempo vola quando ti diverti” è un modo semplice per pensare all’idea dell’amnesia post-concerto.

Taylor Swift: le cause dell’amnesia post-concerto

Secondo il dottor Phillips, quando i fan sono entusiasti e così immersi in un momento, possono sentirsi come se “il tempo fosse improvvisamente passato” e non fossero stati in grado di elaborare correttamente tutto ciò che hanno appena visto, sentito e provato.

Sono finiti i giorni in cui i musicisti si esibivano su un palco vuoto con solo i loro microfoni e uno strumento.

In questi giorni i fan sono trattati con spettacoli strabilianti, con luci stroboscopiche, enormi oggetti di scena e più cambi di costume di quanti tu possa tenere traccia, quindi non sorprende che non ricorderai tutto ciò che hai vissuto dopo aver dovuto elaborare così tanto.

Anushka Sri ha visto Suga dei BTS del K-pop coreano esibirsi a Los Angeles l’11 maggio.

Dice che la maggior parte dei concerti a cui va ha “elementi di sorpresa tutto il tempo”, così come intensi movimenti di luce e fuochi d’artificio che, secondo lei, “provocano perdita di memoria”.

Anushka sente di poter raccontare agli amici “uno o due momenti” del concerto, ma non riesce a ricordare l’intero set perché “è solo confuso”.

La dottoressa Helen Prior, docente senior presso l’Università di Hull, è interessata a vedere se alcuni dei ricordi e delle emozioni che i fan di Taylor Swift hanno dimenticato possono essere richiamati quando ascoltano le sue canzoni in un secondo momento.

Che si tratti di ascoltare la tua prima canzone di matrimonio o di suonare ripetutamente il tuo inno di rottura, la musica è una forma d’arte che ha il potere di riportarti a un momento particolare della tua vita.

Quindi per gli Swifties preoccupati di aver dimenticato parti dello spettacolo, ascoltare di nuovo la scaletta potrebbe far riaffiorare tutti quei ricordi.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli