Scommesse, nelle carte ci sono due gare dell’Ascoli. Le telefonate tra Di Lauro e Ciardi

0
906

Santarcangelo2

Due partite dell’Ascoli erano già finite sotto la lente di ingrandimento della procura di Catanzaro, nell’ambito dell’inchiesta culminata con gli arresti di martedì.
Le gare in questione sono Ascoli-Santarcangelo e Pro Piacenza Ascoli. La prima, insieme ad altre partite di Lega Pro, era oggetto di tentativi di combine da parte del dirigente dell’ Aquila Ernesto Di Nicola, di Daniele Ciardi, magazziniere del Santarcangelo e di alcuni calciatori dei romagnoli (Guidoni, Ridolfi, Traoré e Obeng).
Per la cronaca, la gara in questione si giocò il 13 dicembre. L’Ascoli scese in campo con il calzettoni rossi, come ogni anno nella partita più vicina all’anniversario della scomparsa del ‘presidentissimo’ Costantino Rozzi. L’incontro finì 2-0 per i bianconeri con doppietta di Altinier. Al 20’ del primo tempo Guidone del Santarcangelo ha fallito un calcio di rigore, centrando il palo.

L’altra gara che viene fuori scorrendo tra le oltre 400 pagine del faldone che compone l’inchiesta, è quella disputata a Piacenza il 23 novembre e terminata 3-0 per l’Ascoli. Le intercettazioni coinvolgono due delle figure di spicco dell’operazione “Dirty Soccer”, l’ex calciatore Fabio Di Lauro e Daniele Ciardi, magazziniere del Santarcangelo.
Daniele Ciardi: il Pisa è calato un po’ e l’Ascoli…
Fabio Di Lauro: L’Ascoli quanto?
C: uno e ottantacinque (la quota delle scommesse, ndr)
DL: eh, ma la loro è calata di brutto
C: mmh
DL: eh, Daniè ma io non ho fatto niente ora me la vado a fare la scommessa però, ieri me la ero studiata bene porco giuda ci mettevo l’Ascoli X2, la Roma X2, la vostra 1, 1 di quell’altra, ora vado a giocare qualcosa ma poco, ma io non ho fatto niente, zero…uno e sessantacinque la vostra?:
C: si
DL: mmh.
C: ma io con lui come mi devo comportare? Lui domani mi da i soldi…
DL: ti deve dare i soldi Daniè… basta… ti deve dare i soldi… e gli devi dire pure un’altra
cosa, ha detto che te li da?
C: ha detto che me li mandava ma non ci credo
DL: ho capito… ci sentiamo dopo allora…

dal Resto del Carlino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.