sabato, Maggio 18, 2024
HomeNewsEmergenza climatica, l'appello di 100 scienziati è allarmante: "Parlate delle cause…"

Emergenza climatica, l’appello di 100 scienziati è allarmante: “Parlate delle cause…”

L’emergenza climatica è sotto gli occhi di tutti noi, e ora ben 100 scienziati italiani hanno deciso di alzare la voce. A fronte degli “eventi climatici estremi” degli ultimi giorni, hanno lanciato un appello accorato ai media, come riportato da Adnkronos.

Scienziati italiani, l’appello contro l’emergenza climatica

100 scienziati italiani si sono rivolti principalmente ai media, chiedendo loro di parlare non solo delle cause della crisi climatica, ma anche di possibili soluzioni per evitare di condannare le persone a un senso di impotenza.

Questo il loro messaggio: “Giornalisti, parlate delle cause della crisi climatica, e delle sue soluzioni. Omettere queste informazioni condanna le persone al senso di impotenza, proprio nel momento storico in cui è ancora possibile costruire un futuro migliore. È nostra responsabilità, come cittadini italiani e membri della comunità scientifica, avvertire chiaramente di ogni minaccia alla salute pubblica. Ed è dovere dei giornalisti difendere il diritto all’informazione e diffondere notizie scientifiche verificate. Il mese di giugno 2023 è stato, a livello globale, il più caldo da quando si registrano le temperature”.

Le critiche ai media: “Parlano di maltempo invece che di cambiamento climatico”

I dati sull’emergenza climatica sono allarmanti. Il mese di giugno 2023 è stato il più caldo in assoluto, e non sappiamo ancora quante morti provocheranno le ondate di calore di questa estate. Da ricordare inoltre il drammatico 2022, quando in Europa ci furono più di 60.000 morti causati dall’intensa ondata di caldo. Alluvioni, siccità e incendi sono segnali inequivocabili dell’intensificarsi degli effetti dei cambiamenti climatici sui nostri territori.

Gli scienziati invitano a definire i fenomeni meteorologici estremi per quelli che sono realmente: cambiamento climatico, e non semplice ‘maltempo’: “I media italiani parlano ancora troppo spesso di ‘maltempo’ invece che di cambiamento climatico. Quando ne parlano, spesso omettono le cause e le relative soluzioni. È come se nella primavera del 2020 i telegiornali avessero parlato solo di ricoverati o morti per problemi respiratori senza parlare della loro causa, cioè del virus SARS-CoV-2, o della soluzione, i vaccini”.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli