sabato, Maggio 25, 2024
HomeSpettacolo e GossipLady Gaga, il padre insorge contro un rifugio migranti a New York:...

Lady Gaga, il padre insorge contro un rifugio migranti a New York: la dura polemica!

Joe Germanotta, padre di Lady Gaga, è furioso per la situazione che si è creata nel suo quartiere a causa dei migranti. Il padre della celebre cantante vive nel lussuoso quartiere dell’Upper East Side di New York, nel prestigioso condominio “Pythian” dove ha aperto il suo ristorante “Joanne Trattoria”. Tuttavia, a un isolato di distanza, l’amministrazione comunale ha trasformato il tranquillo Stratford Arms Hotel in un rifugio per cinquecento migranti, portando caos e disagio ai residenti.

Joe Germanotta, la polemica innescata dal papà di Lady Gaga

Joe Germanotta, come riportato dal Corriere della Sera, si lamenta del fatto che i migranti abbiano praticamente preso il controllo del quartiere. Racconta di prostitute, musica ad alto volume e rumori di motociclette che disturbano la quiete del posto. Inoltre, lui e gli altri residenti si trovano ad affrontare marciapiedi sporchi di rifiuti. L’uomo denuncia l’operazione segreta attraverso la quale i migranti sono stati portati nell’edificio nel cuore della notte, senza che nessuno sapesse cosa stava accadendo.

Queste recenti vicende non sono nuove per Joe Germanotta, noto per puntare il dito contro situazioni che possono minacciare la tranquillità sociale. Nel 2020, aveva lamentato una diminuzione del 30% del suo business al ristorante “Joanne Trattoria” a causa della popolazione di senzatetto. Tuttavia, ora sembra aver cambiato idea sulla questione, citando la triste realtà dei senzatetto nel quartiere e il loro bisogno di assistenza.

La situazione migranti nel quartiere

Nonostante la presenza dei migranti nel quartiere, Joe Germanotta non sembra del tutto contrario alla loro presenza. Tuttavia, chiede un piano di sicurezza e una gestione adeguata da parte delle autorità comunali.

La situazione nel quartiere dell’Upper East Side rimane complessa, con i migranti che prenderanno residenza nell’edificio per i prossimi tre anni. Spetta ora alle istituzioni municipali decidere come affrontare questa nuova realtà e garantire la sicurezza e il benessere non solo del padre di Lady Gaga, ma di tutti i residenti.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli