giovedì, Giugno 13, 2024
HomeSportMax Verstappen vince il Gran Premio del Canada e raggiunge Ayrton Senna

Max Verstappen vince il Gran Premio del Canada e raggiunge Ayrton Senna

Max Verstappen della Red Bull ha eguagliato il totale della carriera di Ayrton Senna di 41 vittorie con una vittoria dominante al Gran Premio del Canada.

Il sesto trionfo dell’olandese in otto gare in questa stagione gli ha dato un vantaggio di 69 punti in campionato ed è stata la 100esima vittoria per il suo team Red Bull.

Fernando Alonso dell’Aston Martin ha superato in pista la Mercedes di Lewis Hamilton vincendo una battaglia per il secondo posto.

Charles Leclerc della Ferrari è risalito dall’undicesimo posto in qualifica per conquistare il quarto posto.

Il margine di vittoria di Max Verstappen di 9,5 secondi è stato il più piccolo che una Red Bull abbia avuto finora su un’altra squadra in questa stagione.

Ma era chiaro che il 25enne Verstappen non aveva bisogno di estendersi e quasi certamente avrebbe potuto vincere con un margine molto più ampio.

E il suo successo nell’eguagliare il successo in carriera di Senna quando aveva nove anni meno del leggendario brasiliano è stato quando è rimasto ucciso in un incidente al Gran Premio di San Marino del 1994, ha sottolineato il modo in cui lui e la Red Bull hanno dominato la F1 nelle ultime due stagioni.

Solleva anche la questione di dove potrebbero finire le statistiche della carriera di Verstappen: solo Alain Prost, Sebastian Vettel, Michael Schumacher e Hamilton sono davanti a lui nelle vittorie e il punteggio di 51 di Prost e persino il 54 di Vettel potrebbero essere raggiunti durante questa stagione, a seconda del livello del suo dominio.

Verstappen ha trasformato una brillante pole position conquistata sul bagnato, a 1,2 secondi dal campo, in un vantaggio alla prima curva e non si è mai guardato indietro mentre misurava il suo ritmo per le intense battaglie dietro di lui.

Max Verstappen entra nella storia

Hamilton è partito terzo, un posto dietro Alonso, ma il pilota della Mercedes ha superato l’Aston Martin alla prima curva dopo una buona partenza.

Alonso ha seguito da vicino la Mercedes per la prima parte della gara, minacciando di tanto in tanto il rettilineo prima dell’ultima chicane.

Ma Hamilton è riuscito a mantenere il secondo posto fino a quando una safety car è stata chiamata al 12esimo giro quando il secondo pilota Mercedes George Russell ha colpito il muro alla curva nove, lasciando detriti sulla pista.

Alla ripartenza, Alonso ha iniziato a sfidare la Mercedes più da vicino e dopo alcuni giri di pressione si è avvicinato abbastanza per entrare nell’ultima chicane al 23esimo giro.

Da quel momento in poi, Alonso si è allontanato e sebbene Hamilton sia passato alle gomme medie al suo secondo pit stop. Invece, lo spagnolo è rimasto con le dure che avevano usato per il secondo stint, il sette volte campione non ha potuto fare nulla per il suo vecchio rivale.

Negli ultimi giri, Hamilton è stato informato che Alonso sembrava avere un problema al freno posteriore. Il britannico è tornato verso di lui, ma Alonso ha poi ricominciato ad allontanarsi. Infine, i tre più grandi nomi della F1 hanno completato un podio all-star.

Russell è rientrato in modo straordinario dopo un pit stop in seguito alla sua collisione con il muro ed è corso oltre i tre quarti di distanza prima che la Mercedes gli chiedesse di ritirare la vettura.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli