sabato, Maggio 18, 2024
HomeSportNovak Djokovic vince all'Open di Francia e scatena le polemiche con un...

Novak Djokovic vince all’Open di Francia e scatena le polemiche con un messaggio politico

Novak Djokovic ha scatenato una potenziale lite politica dopo aver scritto la frase “Il Kosovo è il cuore della Serbia“.

Il messaggio, come riporta The Guardian, è arrivato dopo la vittoria contro Aleksandar Kovacevic all’Open di Francia.

Novak Djokovic, messaggio politico in favore del Kosovo

Novak Djokovic ha usato il consueto autografo post-partita, per scrivere il seguente messaggio dopo l’Open di Francia: “Il Kosovo è il cuore della Serbia. Fermiamo la violenza”.

Inoltre, ha anche chiesto la pace dopo la sua vittoria per 6-3, 6-2, 7-6 contro l’americano Aleksandar Kovacevic lunedì. Su una storia di Instagram, poi, ha ripubblicato una foto del suo messaggio.

I commenti del campione di tennis si riferivano ai recenti disordini e violenze in Kosovo dopo le elezioni locali di aprile.

I serbi costituiscono la maggioranza della popolazione nel nord del Kosovo e considerano ancora Belgrado la loro capitale.

Dopo essersi rifiutati di partecipare alle elezioni locali, gruppi di etnia serba nel nord del Kosovo si sono scontrati con la polizia del Paese e le forze di pace guidate dalla NATO.

Dopo la guerra del 1998-99 che ha provocato la morte di almeno 10.000 persone, il Kosovo ha dichiarato l’indipendenza dalla Serbia nel 2008 ed è riconosciuto da più di 100 membri delle Nazioni Unite, tra cui il Regno Unito.

Ma la Serbia lo considera ancora come parte del suo Paese e ha rifiutato di riconoscerlo come stato indipendente.

Le dichiarazioni nel post-partita

Nella sua conferenza stampa post-partita con i media serbi, Djokovic ha dichiarato: “Non sono un politico e non ho intenzione di entrare nel dibattito politico. L’argomento è molto delicato. Come serbo, tutto ciò che sta accadendo in Kosovo mi fa molto male“.

Questo è il minimo che avrei potuto fare. Sento la responsabilità come personaggio pubblico – non importa in quale campo – di dare supporto. Soprattutto come figlio di un uomo nato in Kosovo, sento il bisogno di dare il mio sostegno a loro e alla Serbia“.

Non so cosa porterà il futuro per il popolo serbo e per il Kosovo, ma è necessario mostrare sostegno e dimostrare unità in questo tipo di situazioni”.

Djokovic ha dichiarato di non essere stato contattato dagli organizzatori del torneo dopo aver scritto il messaggio. “Non so cosa succederà – ho sentito che ci sono state tante obiezioni sui social – se verrò punito… non mi trattengo, lo rifarei“.

La mia posizione è chiara: sono contro le guerre, la violenza e ogni tipo di conflitto, come ho sempre affermato pubblicamente“.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli