Pro Piacenza-Ascoli, le interviste: Lovato: “Mercato? Mi pare non ci sia nulla da riparare”, Berrettoni: “Tifosi super”, Petrone: “Vittoria eccezionale”

0
484
Mister Mario Petrone e i suoi appunti di lavoro (FOTO SPOT)

 

Mario Petrone, allenatore dell’Ascoli – Agenzia Foto Spot

da Piacenza Massimiliano Mariotti

Dallo stadio Leonardo Garilli, tutte le interviste del dopo gara di Pro Piacenza-Ascoli. I bianconeri portano a casa i tre punti con una prestazione da grande squadra. Altinier va a segno con una doppietta e Mustacchio sigla il 3-0. Quarta vittoria consecutiva per la squadra di Mario Petrone. 

Gianni Lovato, direttore generale dell’Ascoli Picchio
“La squadra ha già iniziato ad assimilare il gioca di Petrone. Lo sta già facendo da molto tempo, siamo migliorati moltissimo. Il primato non è un caso, merito dell’allenatore e dei giocatori che lo seguono. La difesa sta facendo benissimo con zero gol subiti nelle ultime quattro gare. Abbiamo una ottima rosa che sta facendo un ottimo lavoro. E’ giusto dire che si attacca e si difende tutti insieme. Nello specifico i centrali stanno facendo ampiamente la loro parte.
Il mercato di riparazione? Mi pare che qui non ci sia nulla da riparare. Stiamo crescendo di partita in partita. Oggi dopo un inizio non brillante, abbiamo reagito bene. Direi che stiamo prendendo sempre più consapevolezza. Sono molto contento di questi ragazzi. Dobbiamo avere la giusta concentrazione, indipendentemente dagli avversari. Se manterremo la concentrazione alta, andremo lontani. Ha ragione Mengoni quando dice che tutto dipende da noi. Tocca a noi mostrarci all’altezza delle aspettative. 

Mario Petrone, allenatore dell’Ascoli Picchio
“Un’altra Vittoria eccezionale per la continuità. La squadra si sta esprimendo su questi standard da un mese. Aver recuperato un piede mancino ci avvantaggia nelle nostre giocate. Quando riusciamo ad uscire palla al piede, facciamo delle giocate che fanno la differenza. Ora sta a noi dare continuità alle nostre prestazioni. Nelle ultime gare, abbiamo realizzato 10 gol, subendone 0. Questi sono numeri importanti. Dimostrano la presa di coscienza dei nostri mezzi. Abbiamo imparato a non subire l’avversario e a lasciargli solo i tiri da fuori. Altinier? Non ha fatto rimpiangere Perez, E’ un ragazzo in crescita e lo sta dimostrando con i fatti”.

Altinier, attaccante dell’Ascoli Picchio
“Sono contento perché ci tenevamo tanto a vincere. Non era una vittoria scontata. Felice per i due gol, ad un attaccante fa sempre piacere segnare. Siamo stati bravi a sbloccarla, poi a gestirla e controllarla. Adesso sto bene, ho raggiunto una bella condizione. La stagione scorsa era andata un po’ male, quindi ero smanioso. Avevo una gran voglia di riscattarmi. Ho voglia di migliorare insieme a tutta la squadra. Dobbiamo lavorare duro e andare avanti. Non abbiamo paura di nessuno, neanche del Pisa”.

Berrettoni, capitano dell’Ascoli Picchio
“Sono contento di essere rientrato e di aver contribuito alla vittoria. Anche oggi abbiamo fatto una bellissima partita, non è stata una gara facile. Merito nostro aver concesso il meno possibile agli avversari. Il gol? Spero di tornare a gonfiare la rete. L”importante è che segni la squadra. I tifosi sono eccezionali, lo hanno dimostrato fin dall’inizio del campionato. Sappiamo bene che con una tifoseria così è come giocare sempre in casa”.

Chiricò, attaccante dell’Ascoli Picchio
“Sono contento di esser riuscito a far segnare i compagni, stiamo lavorando sodo. Cerchiamo ogni settimana di migliorare i nostri errori. Ci stiamo riuscendo. Abbiamo fatto un bel filotto di vittorie. L’importante è che si vinca. Fare gol o farli fare è la stessa cosa”. 

Arnaldo Franzini, allenatore del Pro Piacenza
L’Ascoli ci ha punito alla prima occasione, come una squadra importante e di alta classifica. Ha dimostrato di essere cinica e di sfruttare al meglio le occasioni che hanno avuto. La partita poi si è messa male. Merito loro che non ci hanno concesso più di tanto. Il campionato è duro, lo sapevamo ma ci proveremo fino all’ultimo. Aspettiamo la partita contro il Santarcangelo per rilanciarci. Ci giocheremo tutto lì. Comunque ancora non è finita, ci crederemo fino all’ultimo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.