L’avversaria Pro Piacenza: la rincorsa ad una salvezza grande come una promozione

0
510

Pro-Piacenza

Di Massimiliano Mariotti

Il PRO PIACENZA è una società molto antica nata nel 1919, ma assolutamente nuova per la Lega Pro. Il sodalizio del marchio storico Pro Piacenza parte da un’evoluzione nata da sedi della provincia di Piacenza e arrivata ad affermarsi oggi come prima realtà cittadina. Negli ultimi sei anni la società ha cambiato per ben tre volte ragione sociale. Nel 2010 alcuni nuovi dirigenti costituiscono l’ossatura del Bettola-Ponte che vince il campionato di Eccellenza. L’anno successivo la società si chiamerà Atletico BP Pro Piacenza e disputerà il campionato di serie D. Dopo tre campionati disputati in serie D arriva un’altra importante promozione, quella in Seconda Divisione che proietterà gli emiliani direttamente in Lega Pro. L’attuale presidente è Domenico Scorsetti, un imprenditore di Crema. Nell’organigramma societario Scorsetti è affiancato da alcuni imprenditori piacentini, tra cui il noto sponsor Bruno Giglio. Quest’anno il Pro Piacenza paga a caro prezzo una penalizzazione di 8 punti, ma la squadra non si da per vinta e cercherà di lottare fino all’ultimo per raggiungere l’agognata salvezza. Il Pro Piacenza prossimo avversario dell’Ascoli si presenta al Del Duca dopo una serie negativa di quattro sconfitte subite contro Savona, Teramo, Spal e Carrarese.

L’ALLENATORE Arnaldo Franzini è per il sesto anno consecutivo sulla panchina di una squadra partita cinque anni fa in Promozione e arrivata quest’anno a disputare il campionato di Lega Pro. Il modulo preferito dal tecnico è il 4-3-3 anche se è il 4-3-2-1 che Franzini ha voluto schierare più volte nelle ultime partite. Modulo che, al di là dei risultati negativi, ha fatto registrare delle buone prestazioni dei suoi giocatori. Contro l’Ascoli domenica è molto probabile che l’allenatore dei rossoneri riproponga proprio questo modulo.

LA SQUADRA nel calciomercato invernale si è rinforzata solo a centrocampo e in attacco. Sulla linea mediana la società emiliana si è aggiudicata i nomi di Barba, arrivato dall’Atalanta, e Bacher preso dal Pordenone. In attacco invece si sono aggiunti al gruppo Mascolo arrivato dalla Cremonese, Alessandro preso dalla Casertana e Giovio preso dal Grosseto. In uscita hanno lasciato la maglia rossonera gli attaccanti Torri preso dal Monza e Ravasi finito al Pordenone.

PRECEDENTI Ascoli e Pro Piacenza si affronta allo stadio Del Duca per la prima volta nella loro storia. La gara giocata all’andata al Garilli costituiva la prima volta che le due squadre si affrontavano. il risultato dell’andata fu di 3-0 in favore dei bianconeri con la doppietta di Altinier e il gol di Mustacchio.

PROBABILE FORMAZIONE

PRO PIACENZA (4-3-2-1): Alfonso; Silva, Castellana, Sall, Sane; Schiavini, Marmiroli, Bacher; Matteassi, Alessandro; Speziale.
A disposizione: Iali, Petrini, Ignico, Mascolo, Mella, Caboni, Giovio.
Allenatore: Arnaldo Franzini.

Ballottaggi: Schiavini – Mascolo.
Indisponibili: Porcino, Rieti.
In dubbio: Barba.
Squalificati: Bini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.