lunedì, Aprile 22, 2024
HomeSpettacolo e GossipTom Hanks sull’IA: “la mia carriera continuerebbe all’infinito con l’intelligenza artificiale”

Tom Hanks sull’IA: “la mia carriera continuerebbe all’infinito con l’intelligenza artificiale”

Tom Hanks ha sollevato la prospettiva che la sua carriera continui dopo la sua morte usando l’intelligenza artificiale.

L’attore di Forrest Gump e Cast Away ha affermato che la tecnologia potrebbe essere utilizzata per ricreare la sua immagine, assicurandosi che continui ad apparire nei film anche dopo la sua dipartita.

Ma ha ammesso che gli sviluppi hanno posto sfide artistiche e legali.

Le sue osservazioni sono arrivate quando Neil Tennant dei Pet Shop Boys ha affermato che l’intelligenza artificiale potrebbe essere utilizzata dai musicisti per completare le canzoni.

Tom Hanks rivela cosa pensa dell’intelligenza artificiale

Hanks, 66 anni, è stato intervistato a proposito delle conseguenze legali della nuova tecnologia nell’ultimo episodio del podcast di The Adam Buxton.

“Questo è sempre stato persistente”, ha detto. “La prima volta che abbiamo realizzato un film che conteneva un’enorme quantità dei nostri dati bloccati in un computer – letteralmente come apparivamo – è stato un film intitolato The Polar Express”.

“L’abbiamo visto arrivare, abbiamo visto che ci sarebbe stata questa capacità di prendere zeri e uno dall’interno di un computer e trasformarlo in un volto e un personaggio. Da allora è cresciuto solo di un miliardo di volte e lo vediamo ovunque .”

The Polar Express, uscito nel 2004, è stato il primo film interamente animato utilizzando la tecnologia di motion capture digitale.

Il rapporto tra industria cinematografica e IA

Hanks ha affermato che nell’industria cinematografica si stanno svolgendo colloqui su come proteggere gli attori dagli effetti della tecnologia.

“Posso dirti che ci sono discussioni in corso in tutte le corporazioni, tutte le agenzie e tutti gli studi legali per trovare le ramificazioni legali della mia faccia e della mia voce e del fatto che tutti gli altri sono la nostra proprietà intellettuale”, ha aggiunto Hanks.

“Quello che è una possibilità in buona fede in questo momento è che, se lo volessi, potrei riunirmi e proporre una serie di sette film che mi reciterebbero in essi in cui avrei 32 anni da ora fino al regno.

“Ora chiunque può ricreare sé stesso a qualsiasi età grazie all’intelligenza artificiale o alla tecnologia deep fake. Potrei essere investito da un autobus domani e basta, ma le esibizioni possono continuare all’infinito.

“Al di fuori della comprensione dell’intelligenza artificiale e del deep fake, non ci sarà nulla che ti dica che non siamo io e solo io.

“E avrà un certo grado di qualità realistica. Questa è certamente una sfida artistica ma è anche legale”.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli