martedì, Maggio 21, 2024
HomeCuriositàAddormentarsi: quanto tempo ci vuole per prendere sonno?

Addormentarsi: quanto tempo ci vuole per prendere sonno?

Hai mai avuto quella sensazione di essere bloccato nel letto, con la mente che gira a mille all’ora e il sonno che sembra essere lontano anni luce? Quella lotta per addormentarsi è un’esperienza che tutti abbiamo provato almeno una volta nella vita. Ma quanto tempo ci vuole per addormentarsi davvero?

È una domanda che tormenta gli insonni e che spesso sembra non avere una risposta chiara. Quando siamo nel letto, la nostra mente diventa nebulosa e il tempo sembra scorrere in modo diverso.

Ecco perché può diventare difficile capire quanto tempo ci vuole per addormentarsi e quando è il momento di alzarsi e arrendersi alla veglia. Ma non temere, ci sono studi che hanno esplorato questo problema e possono aiutarti a capire meglio quanto tempo ci vuole per addormentarsi.

Gli studi

Hai mai sentito parlare della “latenza del sonno”? È il tempo che ci vuole per passare dalla veglia al sonno profondo e la sua misurazione è stata introdotta dal famoso ricercatore della Stanford, William C. Dement. Dement è stato il primo a sviluppare un test per misurare il tempo necessario per addormentarsi: il Multiple Sleep Latency Test (MSLT). Questo test ha rivoluzionato la ricerca sul sonno, poiché ha permesso di misurare la latenza del sonno in modo scientifico e preciso.

Il test di Dement consisteva nel far valutare ai soggetti il proprio livello di sonnolenza prima di coricarsi in una stanza buia e silenziosa. Poi, misurava il tempo impiegato per addormentarsi, assegnando un punteggio di latenza del sonno da 0 a 20 minuti. Più il soggetto impiegava tempo ad addormentarsi, più il punteggio di latenza del sonno aumentava. Se il soggetto non si addormentava entro 20 minuti, l’esperimento finiva.

Ciò che Dement ha scoperto è stato sorprendente: la latenza del sonno dei soggetti era strettamente correlata al loro livello di sonnolenza autovalutato. In altre parole, il nostro corpo e la nostra mente sanno quando sono stanchi e questa conoscenza ha un impatto diretto sul comportamento del sonno. Questo studio ha anche dimostrato l’esistenza del cosiddetto “debito di sonno”, ovvero la quantità di sonno che il nostro cervello sa di dover recuperare. Più grande è il debito di sonno, più basso è il punteggio di latenza del sonno. E se sei seriamente privato di sonno, il tuo punteggio di latenza del sonno potrebbe scendere al di sotto di uno, il che significa che ti addormenteresti in meno di un minuto.

Lo studio condotto dal rinomato scienziato del sonno William C. Dement ha rivelato che in media ci vogliono tra i 10 ei 20 minuti. Ma sai qual è il tempo che spesso viene citato come il tempo medio per addormentarsi? Sette minuti. Ma attenzione, questo dato può variare in base a come definiamo il “sonno”. Infatti, ci vogliono circa sette minuti per raggiungere uno stato onirico, nebbioso e pacifico, dove le onde cerebrali alfa dominano e potremmo anche sperimentare lievi allucinazioni.

Ma non finisce qui. Dopo circa cinque minuti in questo stato intermedio, le onde theta prendono il sopravvento e passiamo al primo stadio del sonno completo, anche se ancora leggero. Ecco perché il tempo totale di transizione dalla veglia al sonno è di circa 15 minuti.

Insomma, il sonno è un processo molto più complesso di quanto si possa pensare. Ma grazie alle ricerche di Dement e dei suoi colleghi, abbiamo imparato molto sulla latenza del sonno e su come il nostro corpo e la nostra mente si preparano per il riposo notturno. E tu, quanto tempo ci metti ad addormentarti?

Addormentarsi: l’igiene del sonno

Hai mai pensato a quanto tempo ci vuole per addormentarsi? Se sei uno di quelli che impiega meno di cinque o più di 20 minuti per addormentarsi, il tuo corpo sta cercando di dirti qualcosa. Secondo la saggezza convenzionale, se ti ci vogliono meno di cinque minuti, sei estremamente privato del sonno. Se invece ti addormenti entro 5-10 minuti, hai a che fare con un debito di sonno moderato. Ma se ti ci vogliono più di 20 minuti per addormentarti ogni notte, potresti dormire troppo o potrebbe essere una questione di scarsa igiene del sonno.

Eh sì, non pensavi che avremmo finito questo post senza parlare di igiene del sonno, vero? L’igiene del sonno è il posto numero uno da cercare se ti ci vuole molto tempo per addormentarti. Ovviamente, ci sono alcuni fattori che possono influire, come problemi medici o psicologici o un letto che non fornisce comfort e supporto adeguati. Ma mettendo da parte questi fattori, poniti le seguenti domande:

La tua camera da letto è abbastanza buia da farti sentire come se fossi in una caverna?

La camera da letto è abbastanza silenziosa da farti sentire come se fossi su un’isola deserta?

La tua camera da letto è abbastanza fresca da farti sentire come se fossi in una grotta?

Sono passate almeno 3 ore da quando hai bevuto alcolici o mangiato un pasto abbondante?

Sono passate almeno 10 ore da quando hai assunto caffeina?

È passata almeno 1 ora da quando hai passato del tempo davanti a uno schermo (telefono, TV, computer, tablet)?

Se hai risposto no a una di queste domande, prova a modificare le tue abitudini per creare un ambiente più favorevole al sonno. Ma se hai risposto sì a tutte queste domande e hai ancora problemi ad addormentarti, il tuo corpo sta cercando di dirti qualcosa. Ecco perché ti consigliamo vivamente di parlare con il tuo medico per trovare una soluzione a questo problema. Il sonno è troppo importante per essere ignorato!

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli