sabato, Maggio 18, 2024
HomeNewsAmazon, Hilton e Pepsi assumeranno migliaia di rifugiati in Europa

Amazon, Hilton e Pepsi assumeranno migliaia di rifugiati in Europa

Amazon si è impegnata ad assumere 5.000 ucraini e altri rifugiati in Europa come parte di una più ampia campagna per aiutare le persone in fuga dalle persecuzioni.

Hilton Hotels, Adecco e Microsoft sono anche tra le aziende che promettono di offrire supporto al lavoro o alla carriera.

Arriva mentre il numero globale di persone sfollate con la forza dai loro paesi raggiunge la cifra record di 110 milioni.

Margaritis Schinas, vicepresidente della Commissione europea, ha affermato che troppi rifugiati non riescono a trovare lavoro.

“Questo nonostante la nostra endemica carenza di competenze, i loro alti livelli di istruzione, il desiderio di guadagnarsi da vivere e il diritto legale di lavorare attraverso la direttiva sulla protezione temporanea”, ha affermato.

“Questa dimostrazione senza precedenti di sostegno da parte delle imprese di tutto il continente sarà fondamentale per consentire a decine di migliaia di ucraini di provvedere a se stessi e ai propri cari in Ucraina”.

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina, il numero di rifugiati ucraini che vivono in Europa supera i 5,9 milioni, di cui 1,3 milioni vivono in Russia e Bielorussia.

Milioni di altri sono fuggiti da conflitti e persecuzioni in regioni come la Siria, il Sudan e l’Afghanistan.

Amazon: il sostegno ai rifugiati

L’ente di beneficenza Tent Partnership for Refugees, che sta coordinando gli sforzi, ha affermato che la maggior parte dei rifugiati ucraini in Europa erano donne e hanno incontrato particolari ostacoli nella ricerca di un lavoro.

Questi andavano dal non conoscere la lingua locale al dover destreggiarsi tra le responsabilità dell’assistenza all’infanzia.

Sotto la sua iniziativa, grandi aziende tra cui Amazon, Hilton e Marriott si sono impegnate ad assumere 13.680 ucraini e altri rifugiati per la loro forza lavoro nei prossimi tre anni.

Inoltre, agenzie di personale come Adecco aiuteranno 150.000 persone a trovare lavoro, mentre aziende come Accenture e Microsoft aiuteranno a formarne più di 86.000.

Amazon si è già impegnata ad assumere almeno 5.000 rifugiati negli Stati Uniti entro la fine del 2024 nell’ambito del suo programma Welcome Door.

Ha affermato di aver fornito anche sostegno finanziario per i processi legati all’immigrazione, l’accesso a guide di auto-aiuto sull’inserimento in una nuova comunità e tutoraggio e formazione.

L’azienda, che impiega 200.000 persone in tutta Europa, ha affermato che la maggior parte dei nuovi ruoli per i rifugiati riguarderanno aree come l’adempimento e la distribuzione.

Tuttavia, J Ofori Agboka, vicepresidente del colosso dell’e-commerce, ha affermato che i lavoratori sarebbero idonei “a trasferirsi in lavori che si trovano a diversi livelli dell’organizzazione che sono commisurati alle loro capacità e capacità”.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli