martedì, Maggio 21, 2024
HomeNewsIn Europa 61.000 vittime del caldo nell'estate 2022: i dati scioccanti

In Europa 61.000 vittime del caldo nell’estate 2022: i dati scioccanti

Le vittime del caldo in Europa nell’estate 2022 sono state oltre 61.000, afferma uno studio riportato dal New York Times.

I ricercatori suggeriscono che le strategie per far fronte a temperature più elevate non tengono il passo con il riscaldamento globale.

Estate 2022, le vittime del caldo in Europa sono state oltre 61.000

Più di 61.000 persone sono morte a causa delle brutali ondate di caldo estivo dello scorso anno in tutta Europa, secondo uno studio pubblicato lunedì sulla rivista Nature Medicine.

I risultati suggeriscono che due decenni di sforzi in Europa per adattarsi a un mondo più caldo non sono riusciti a tenere il passo con il ritmo del riscaldamento globale.

“In una società ideale, nessuno dovrebbe morire a causa del caldo”, ha affermato Joan Ballester, professore di ricerca presso l’Istituto di salute globale di Barcellona e autore principale dello studio.

È probabile che quest’estate sia anche peggiore: oltre al cambiamento climatico, la Terra sta facendo i conti con il fenomeno periodico El Niño durante l’estate per la prima volta in quattro anni, determinando condizioni che aumenteranno il caldo in molte parti del mondo. La stagione sta già infrangendo diversi record di temperatura globale.

I ricercatori che hanno studiato le ondate di caldo dell’anno scorso hanno utilizzato i dati raccolti dall’Unione Europea da 35 paesi, compresi alcuni stati non membri.

L’Italia tra i Paesi con il maggior numero di vittime

La maggior parte delle persone che sono morte erano donne, soprattutto quelle di età superiore agli 80 anni. Tra i giovani, gli uomini sono morti a tassi più elevati. I paesi del Mediterraneo, dove le temperature erano più alte in quel momento, hanno sofferto di più: Italia, Spagna e Portogallo hanno avuto i più alti tassi di mortalità legata al caldo.

Quell’estate era previsto un caldo estremo in base a quanto il pianeta si era riscaldato complessivamente nell’ultimo decennio, ha affermato il dott. Ballester. Quando le temperature sono aumentate, molti governi europei avevano pronti “piani d’azione contro il caldo”, sviluppati in risposta a un’ondata di caldo più inaspettata e mortale nel 2003. Ma quegli adattamenti non sono stati sufficienti per prevenire vittime di massa, ha detto.

Mentre il cambiamento climatico continua, il mondo può aspettarsi sempre più morti a causa del caldo estremo, ha aggiunto il dottor Ballester.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli