domenica, Aprile 14, 2024
HomeSpettacolo e GossipFedez e Codacons: è ancora guerra aperta. Gli ultimi fatti sono davvero...

Fedez e Codacons: è ancora guerra aperta. Gli ultimi fatti sono davvero scioccanti. Ecco cos’è successo!

La lunga disputa legale tra Fedez e il Codacons sembra non avere ancora fine. Dopo l’ultima accusa di pubblicità occulta e presunta omofobia, il Presidente dell’Associazione per i Consumatori ha attaccato nuovamente il rapper. La guerra fra i due sembra non accennare a placarsi, con nuovi sviluppi che lasciano tutti con il fiato sospeso.

Negli ultimi anni, Fedez e il Codacons sono stati coinvolti in molteplici controversie legali. Nel 2021, l’Associazione ha denunciato il rapper per i testi delle sue canzoni che avrebbero contenuto espressioni discriminatorie nei confronti della comunità LGBT, oltre che per la presunta pubblicità occulta di un marchio durante un concerto a Roma.

Fedez ha risposto alle accuse con una controdenuncia per diffamazione nei confronti del Codacons, ma questa volta è stato sconfitto in tribunale. La Procura di Roma ha infatti stabilito che le accuse erano infondate. Tuttavia, i problemi per il rapper non sembrano essere finiti qui, con nuovi sviluppi che rischiano di complicare ulteriormente la sua situazione. Cosa sarà successo nelle ultime ore per scatenare ancora una volta la furia del Presidente del Codacons?

Scontro fedez vs Codacons: adesso che succede?

La battaglia legale tra Fedez e il Codacons sembra non avere fine: lunedì scorso, 19 febbraio 2024, è stata presentata un’ennesima querela per diffamazione da parte del rapper nei confronti dell’Associazione. Tuttavia, va ricordato che l’Associazione stessa aveva precedentemente presentato un esposto alla Guardia di Finanza per indagare sulle società di Federico Lucia, noto come Fedez.

In risposta a queste accuse, Fedez ha dichiarato di essere “nullatenente”, sia recentemente che durante un’udienza del 2020 relativa a una disputa legale proprio con il Codacons. Carlo Rienzi, il Presidente dell’Associazione per i Consumatori, ha replicato direttamente al cantante con un video pubblicato su Youtube. La polemica sembra essere destinata a protrarsi ulteriormente, aggiungendo un capitolo alla già complessa vicenda legale tra le due parti.

Il video del Presidente del Codacons

Nel video, il Presidente del Codacons affronta senza mezzi termini Fedez. Durante il suo intervento, espone il seguente concetto: “Se sei nullatenente, perché preoccuparsi? I nullatenenti non hanno nulla da temere. Sembra che tu abbia reagito in modo sdegnato alla nostra denuncia presso la Guardia di Finanza riguardante la rete di società di cui sei azionista”.

Proseguendo, Carlo Rienzi aggiunge: “Non c’è motivo di preoccuparsi se sei nullatenente, non verrà fuori nulla. Tuttavia, è importante prestare attenzione. Dal punto di vista legale, non puoi affermare di essere nullatenente se possiedi delle società. Inoltre, evita di distribuire denaro ai meno fortunati a bordo di una Lamborghini. Come possono credere che tu sia nullatenente? Fai attenzione”.

Il video si conclude con una scusa a Fedez: “Se ci siamo permessi di offenderti, ti chiediamo umilmente perdono, caro Broccolino”. Il termine affettuoso “Broccolino” è stato utilizzato in risposta al soprannome che il rapper avrebbe dato più volte a Rienzi; in precedenza il marito di Chiara Ferragni lo aveva chiamato “Patatino”.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli