sabato, Maggio 18, 2024
HomeNewsGuerra in Ucraina: attacco con drone contro Putin. Mosca è provata

Guerra in Ucraina: attacco con drone contro Putin. Mosca è provata

Mentre il Cremlino cercava di minimizzare l’incidente, alcuni residenti della capitale russa hanno dichiarato a NBC News di sentirsi inquieti e preoccupati che possano verificarsi ulteriori attacchi. L’attacco con drone è stato pesante su Mosca.

La guerra arriva a Mosca?

Per oltre 15 mesi, i combattimenti si sono concentrati sui campi di battaglia e sulle città martoriate dell’Ucraina, mentre la vita è continuata in gran parte come al solito per milioni di persone al di là del confine. Ma l’attacco di martedì con i droni, il primo su zone civili di Mosca da quando è iniziata la guerra, ha portato la realtà del conflitto dalle linee del fronte alla capitale russa.

Mentre il presidente Vladimir Putin e i suoi funzionari cercavano di minimizzare l’attacco, che ha causato danni minori, alcuni residenti di Mosca hanno dichiarato a NBC News di sentirsi scossi e preoccupati che possano verificarsi ulteriori attacchi. Voci influenti favorevoli alla guerra hanno anche rinnovato le loro critiche al Cremlino, a seguito di una serie di incidenti che hanno messo in mostra le difese del paese e segnalato che la guerra si stava combattendo sempre più in profondità in Russia.

La guerra ha reso difficile valutare l’opinione pubblica in Russia, con molte persone che hanno paura di esprimere il proprio pensiero o di rivelare i loro cognomi, soprattutto ai media stranieri, in mezzo a una dura repressione della dissenso e di ogni critica a quello che il Cremlino definisce la sua “operazione militare speciale” in Ucraina.

Anatoly, 83 anni, ha detto di non essere così sicuro dell’efficacia delle difese aeree della città, nonostante i complimenti di Putin per il loro lavoro. “Se sono riusciti a volare persino in Piazza Rossa, allora arriveranno qui ancora di più”, ha detto, riferendosi all’attacco di droni al Cremlino stesso avvenuto di recente.

Responsabilità e accuse per l’attacco con drone

Mosca ha nuovamente incolpato Kiev per l’incidente di martedì, ma l’Ucraina ha dichiarato di non essere direttamente coinvolta. Il Ministero della Difesa russo ha dichiarato che otto droni sono stati abbattuti sulla capitale, con alcuni edifici residenziali danneggiati e due persone ferite lievemente.

Anatoly stava parlando su Leninsky Prospekt, una strada in un quartiere tranquillo e benestante del sud-ovest di Mosca, che ha chiamato casa per 40 anni. Non si era mai svegliato prima con un drone che si schiantava sul balcone di un vicino.

Ma non c’era un senso di panico evidente nella zona. I bambini giocavano in un parco giochi e le persone che godevano del bel tempo si fermavano per guardare l’edificio, che era circondato da un cordone di polizia.

Le preoccupazioni dei cittadini russi

I residenti Marina, 38 anni, e suo figlio di 8 anni, Kolya, che vivono nel quartiere da quasi un decennio, hanno detto che l’incidente ha suscitato “sensazioni spiacevoli”.

“È solo l’inizio”, ha detto Marina, che non voleva che il suo cognome fosse usato per paura di esprimere il suo pensiero. “Non so chi possa sentirsi al sicuro in questo momento”.

Svetlana, 61 anni, un’altra residente che temeva di rivelare il suo cognome, ha detto di essere uscita per una passeggiata mattutina con il suo cane quando ha visto arrivare i soccorsi e ha pensato che ci fosse un incendio. Ha poi appreso che un drone aveva colpito uno degli edifici del quartiere.

“È stata una sorpresa spiacevole”, ha detto. “Una terribile seccatura. Tragica, si potrebbe dire. Non vorresti che succedesse a nessuno, e cosa accadrà dopo nessuno lo sa”.

Funzionari e propagandisti russi hanno in gran parte ignorato l’attacco con i droni, con molti dei falchi del Cremlino più schietti che si sono astenuti dal commentare sui social media per ore, anziché affrettarsi a chiedere una escalation in risposta.

Alcuni, come Margarita Simonyan, capo del canale di stato russo RT, sono infine intervenuti.

“Non c’è panico”, ha detto su Telegram, aggiungendo che nelle strade di Mosca centrale era tutto come al solito. Ma “succederà di nuovo”, ha avvertito, e la vera domanda è come le autorità di Mosca risponderanno se molti altri droni saranno lanciati sulla capitale.

Putin rassicura la nazione

Lo stesso Putin ha dichiarato in una breve dichiarazione molto più tardi martedì che il lavoro di difesa aerea era soddisfacente e che si comprendeva come sigillare i cieli della capitale in futuro.

Ma alcuni influenti blogger militari russi hanno messo in discussione la narrazione del “non c’è niente da vedere qui” del Cremlino, ritenendo gli attacchi con i droni parte di una campagna di guerra psicologica dell’Ucraina volta a intimidire i civili russi, una campagna che potrebbe essere efficace.

“Se lo scopo del raid era di stressare la popolazione, allora il semplice fatto dell’apparizione di droni ucraini nel cielo di Mosca ha già contribuito a questo”, ha scritto il canale militare Telegram Rybar, noto per la sua posizione filo-guerra, ai suoi 1,1 milioni di follower poco dopo gli attacchi.

“La ‘reazione inerte’ di Putin e dei suoi funzionari crea la sensazione che la leadership russa non comprenda il pericolo completo della situazione in cui si trova il paese”, ha scritto Tatiana Stanovaya, fondatrice e direttrice della società di analisi politica R.Politik e studiosa non residente presso la Carnegie Endowment for International Peace.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli