domenica, Maggio 19, 2024
HomeCuriositàIl turismo sobrio è una tendenza in crescita

Il turismo sobrio è una tendenza in crescita

Ecco come può trasformare il tuo viaggio…

Bar senza alcol, crociere senza alcol e altri strumenti possono aiutarti a goderti il viaggio senza la sbornia.

Per la maggior parte della mia vita adulta, ho amato viaggiare e bere nella stessa misura. Il piacere di visitare l’Argentina proveniva sia dalla maestosa architettura del XIX secolo in rovina di Buenos Aires, sia dai grandiosi Malbec che ho bevuto sotto il cielo andino di Mendoza. Mio marito ed io abbiamo saltellato da una birreria all’altra in località che spaziavano da Asheville, North Carolina, a Istanbul, Turchia.

Queste esperienze rappresentano un ottimo modo per esplorare nuovi luoghi e immergersi in culture diverse. Ma ho esagerato, arrivando a black-out e a crisi tremende di postumi di sbornia.

Si stimano che 46,3 milioni di americani abbiano problemi di abuso di sostanze, ed io sono uno di loro. Soffro di disturbo da uso di alcol (il termine preferito dal National Institute for Health), comunemente noto come alcolismo. Sono sobria da cinque anni grazie a un programma riabilitativo e alle terapie di gruppo. Ho imparato come vivere senza il sauvignon blanc, ma capire come viaggiare “a secco” in un mondo in cui l’alcol regna sovrano è stato un percorso completamente differente.

Il turismo sobrio è una tendenza in crescita, soprattutto tra i millennial e la generazione Z, che bevono meno delle precedenti generazioni. Ecco alcuni consigli degli esperti su come le persone sobrie possono rimanere felici e libere dall’alcool durante i viaggi. E su come essere d’aiuto quando si vacanza con amici o familiari che non bevono.

Cambiare abitudini

Gli studi dimostrano che i viaggi possono causare un consumo eccessivo di alcol e di droghe illecite, specialmente in luoghi tropicali. Forse è il senso di allontanarsi da tutto, compresa la moderazione?

Quando mi sono disintossicato per la prima volta, i miei consulenti e la ricerca clinica hanno suggerito di utilizzare “strategie di sostituzione” – sostituire comportamenti potenzialmente distruttivi (bere) con cose positive. “Gran parte della prima sobrietà riguarda la struttura e la creazione di nuove routine”, afferma Sarah Levy, una scrittrice sobria e autrice delle nuove memorie Drinking Games. “Devi riconfigurare il tuo cervello e rompere le vecchie abitudini“.

Inseguire l’adrenalina che proviene da una nuova esperienza o da un’attività fisica entusiasmante induce una sensazione di euforia naturale. “L’eccitazione pura può essere un buon sostituto per desiderare un bicchiere di vino”, dice Lauren Burnison, fondatrice di We Love Lucid, un’azienda europea di tour sobri. “Durante i viaggi che organizzo, facciamo cose avventurose, come il windsurf o l’escursionismo”. Ho iniziato a fare kayak all’inizio della mia sobrietà e cerco di infilare un giro in canoa al mattino presto ovunque io vada.

Quando visito le città, con la loro vita notturna nei bar, cerco attività che non coinvolgano alcolici: un teatro a New York City, concerti di mariachi a San Antonio.

Nuovi modi di viaggiare: il turismo sobrio è una tendenza in crescita

Ho smesso di bere circa quando è iniziato il movimento “sober curious”. Il mercato delle birre analcoliche, dei cocktail senza alcolici e dei bar senza alcool (come Kava Social a Brooklyn e Club Soda a Londra) sta ora esplodendo.
Secondo uno studio del 2022 di IWSR Drinks Market Analysis, il mercato globale delle birre, vini e liquori analcolici o a basso contenuto alcolico è cresciuto del 31% anno dopo anno. Attualmente ammonta a un’industria da 10 miliardi di dollari.

Questo è tutto un baluardo contro la crescente attività altrettanto robusta delle distillerie, birrerie e cantine che i viaggiatori sobri trovano nei luoghi più improbabili. Tuttavia, molte destinazioni, in particolare i paesi musulmani, hanno forti tradizioni legate alle bevande analcoliche. Durante un recente viaggio in Egitto, mi sono deliziato con la schiumosa e non troppo dolce limonata alla menta presente in gran parte dei menu.

Per le persone che frequentano gruppi di sostegno sobri come Alcoholics Anonymous, SMART Recovery o Luckiest Club, “andare in vacanza non dovrebbe significare prendersi una pausa dai loro incontri e dal loro percorso di recupero”, afferma Sarah Weston, responsabile del programma di coaching sobrio della Hazelden Betty Ford Foundation’s Connections. “Ora puoi partecipare a riunioni su Zoom in qualsiasi momento, oppure trovare una riunione nella tua destinazione”.

Quando sei sobrio, la scelta dei compagni di viaggio può essere altrettanto importante della destinazione e delle attività. “Non andare in vacanza con persone con cui hai usato sostanze o con chi hai relazioni altamente conflittuali”, consiglia Weston.

Le persone sobrie (e coloro che viaggiano con loro) potrebbero evitare feste con alcool come il Mardi Gras o i weekend sulla spiaggia con amici che bevono pesantemente. Specialmente all’inizio della sobrietà, queste mosse potrebbero aiutare a evitare la tentazione o la paura di perdermela.

In questi giorni, mi sento a mio agio a viaggiare ovunque senza bere. Ma sto valutando di prenotare un viaggio di gruppo sobrio. Molte aziende organizzano tour focalizzati sul recupero senza alcool, tra cui ritiri di yoga di Soul Bliss Journeys e crociere organizzate da Sober Vacations.

“Le persone sono così felici di connettersi con altri che hanno vissuto un’esperienza di vita simile”, dice Burnison di We Love Lucid. “C’è un’atmosfera così positiva ed è fantastico svegliarsi senza la sbronza”.

Jennifer Barger è una senior editor presso National Geographic Travel. Ha scritto questo articolo “Sober tourism is a growing trend—here’s how it can transform your trip“. “Il turismo sobrio è una tendenza in crescita”

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli