domenica, Luglio 14, 2024
HomeNewsAmazon usa l'intelligenza artificiale per cancellare le recensioni negative?

Amazon usa l’intelligenza artificiale per cancellare le recensioni negative?

Amazon afferma che sta utilizzando l’ultima intelligenza artificiale (AI) per reprimere le recensioni false e identificare i commenti che non sono autentici.

Il gigante della tecnologia è stato alle prese con falsi “broker” di recensioni, che rappresentano un grosso problema per il suo sito di shopping.

Amazon ha investito in modelli di apprendimento automatico che analizzano migliaia di punti dati per aiutarla a rilevare il comportamento fraudolento.

Ma il gruppo di consumatori dice che l’azione non è ancora sufficiente.

I broker di recensioni false utilizzano piattaforme di terze parti, inclusi social media e servizi di messaggistica crittografati, per acquistare, vendere e ospitare recensioni false.

Le recensioni false possono indurre i clienti a prendere decisioni di acquisto, ad esempio su quale laptop o giocattolo per bambini acquistare, in base a ciò che ritengono sia un feedback autentico da parte di altri acquirenti, quando in realtà qualcuno è stato pagato per scrivere una recensione positiva per aumentare le valutazioni di un venditore , o per indebolire un’impresa rivale.

Non sono sempre facili da individuare, anche se informazioni generiche o un’altissima percentuale di recensioni a cinque stelle possono essere un regalo.

Nel 2022, Amazon ha segnalato più di 23.000 gruppi di social media, con oltre 46 milioni di membri e follower, che hanno facilitato recensioni false.

Amazon utilizza l’IA nella battaglia contro le recensioni false da diversi anni, ma la società afferma che i continui investimenti in “strumenti più sofisticati” dovrebbero migliorare la protezione di clienti e venditori sulla sua piattaforma.

Amazon: la lotta contro le recensioni false

La società ha affermato che la sua intelligenza artificiale per il rilevamento delle frodi è stata in grado di esaminare una serie di fattori per calcolare la probabilità che una recensione sia falsa. Ciò può includere la relazione dell’autore con altri account online, la sua attività di accesso, la cronologia delle recensioni e qualsiasi comportamento insolito.

“Usiamo l’apprendimento automatico per cercare account sospetti, per tracciare le relazioni tra un account di acquisto che sta lasciando una recensione e qualcuno che vende quel prodotto”, ha detto alla BBC Dharmesh Mehta, capo del team di fiducia dei clienti di Amazon.

“Attraverso una combinazione di controlli importanti e apprendimento automatico e intelligenza artificiale davvero avanzati, ovvero l’osservazione di segnali o comportamenti diversi, possiamo bloccare quelle recensioni false prima che un cliente le incontri”, ha affermato.

“Amazon ha provato tutti i tipi di tecnologia per reprimere le recensioni false e, a detta di tutti, sta avendo un certo successo.

“Ma per quanto ci riguarda, non è ancora abbastanza vicino per risolvere questo enorme problema”, ha detto.

Le recensioni false hanno reso i consumatori più del doppio delle probabilità di scegliere prodotti di scarsa qualità, ha affermato il gruppo di consumatori.

Come risultato dei nuovi metodi che aveva sviluppato, Amazon ha affermato di aver bloccato oltre 200 milioni di sospette recensioni false lo scorso anno e che “continuerà a costruire strumenti sofisticati per proteggere i clienti”.

Ma la piattaforma di vendita al dettaglio chiede una maggiore cooperazione tra il settore privato, i gruppi di consumatori e i governi per rendere la strategia più efficace.

La nuova legge nel Regno Unito da esempio per l’Europa

Il disegno di legge sui mercati digitali, la concorrenza e i consumatori attualmente in fase di approvazione da parte del parlamento britannico dovrebbe rafforzare i poteri legali a disposizione dell’autorità di regolamentazione, la Competition and Markets Authority (CMA) in questo settore.

Quale? ha accolto con favore l’appello di Amazon per un approccio più collaborativo, ma ha chiesto che la legislazione del Regno Unito vada oltre quanto attualmente previsto “rendendo esplicitamente l’acquisto, la vendita e l’hosting di recensioni false soggette all’applicazione penale”.

Ha detto che le “fabbriche” di recensioni false su Facebook che scambiano recensioni per Amazon e altri siti erano ancora facili da trovare.

La CMA ha affermato di aver già intrapreso azioni significative contro le recensioni false e fuorvianti e coloro che le scambiano.

Un portavoce della CMA ha dichiarato: “Le nostre indagini relative alle recensioni false – incluso il caso su Amazon – sono in corso e ulteriori aggiornamenti arriveranno entro la fine dell’anno”.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli