domenica, Maggio 19, 2024
HomeCuriositàFesta della mamma in America: perché è il giorno più odiato nel...

Festa della mamma in America: perché è il giorno più odiato nel settore della ristorazione

La Festa della Mamma è per eccellenza la festa della felicità, della condivisione e dell’affetto in famiglia.

Tuttavia, a trovare un lato negativo in questa ricorrenza annuale, è soprattutto il settore della ristorazione americana: perché questo giorno è così tanto odiato da chef e camerieri.

Festa della mamma, un giorno “nero” per i ristoranti USA

Omaggiare la mamma è importantissimo nella festa a lei dedicata. Le famiglie spesso si riuniscono per celebrarla a dovere, rimanendo a casa o andando fuori al ristorante.

In America, in particolare, la festa della mamma è uno dei giorni più impegnativi per il settore della ristorazione, come riporta la CNN. Tra i camerieri e il personale del ristorante, è considerato uno dei giorni più estenuanti del calendario.

Tutti sanno che lavorare alla festa della mamma è un inferno“, ha scritto Darron Cardosa, nel suo libro The Bitchy Waiter: I’m Really Good at Fingering to Care.

Ma, secondo il suo pensiero, cosa ci sarebbe di male in questa ricorrenza? Dai grandi gruppi che si presentano a ondate, ai bambini e alle nonne esigenti in fatto di cibo, alla divisione del conto: i ristoranti sembrano odiare questa festività.

Perché è un giorno così odiato: i pareri

Il pensiero è comune nel mondo della ristorazione americana. “Solo l’antipasto può renderti ansioso“, ha detto Joe Haley, un artista astratto che lavora come cameriere in un ristorante italo-americano di Quincy, Massachusetts.

Le persone chiamano all’ultimo minuto per una prenotazione, ci sono altre persone che hanno fatto più prenotazioni, in modo che la mamma potesse scegliere, e che alla fine non cancellano“.

Inoltre, con le grandi tavolate, alcuni arrivi in ​​ritardo possono provocare il caos in una cucina. “E ogni famiglia ha almeno una pecora nera o un suocero su cui non si può fare affidamento. Festa della mamma: lo temo“, ha aggiunto Haley.

Chef, camerieri e proprietari hanno affermato che quest’anno gli ospiti hanno espresso grandi aspettative: pasti per occasioni speciali in un periodo di aumento dei prezzi del cibo.

Inoltre i gusti sono letteralmente cambiati dopo il Covid, ha affermato lo chef Art Smith, che è stato chef personale di Oprah Winfrey e Jeb Bush.

Le persone bevono di più. Vogliono più carboidrati. Ma vogliono insalate e vogliono anche più verdure. Vogliono solo di più“.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli