martedì, Maggio 21, 2024
HomeNewsJames Cameron, regista de Il Titanic, dice la sua: "OceanGate è stato...

James Cameron, regista de Il Titanic, dice la sua: “OceanGate è stato avvertito”

Il regista di Hollywood James Cameron, che nel 1997 ha diretto il film Titanic, ha detto alla BBC di aver sentito la perdita del sommergibile Titan “nelle mie ossa”.

Cameron ha completato 33 immersioni al relitto del Titanic.

Ha detto che era su una nave domenica quando il sottomarino è scomparso e non ne ha sentito parlare fino a lunedì.

Quando ha saputo che il sottomarino aveva perso sia la navigazione che la comunicazione allo stesso tempo, ha detto che sospettava immediatamente un disastro.

“Ho sentito nelle mie ossa quello che era successo. Che l’elettronica del sottomarino si guastasse e il suo sistema di comunicazione si guastasse, e il suo transponder di tracciamento si guastasse contemporaneamente – il sottomarino è andato.”

James Cameron parla del sottomarino turistico

Il direttore ha proseguito: “Ho immediatamente contattato al telefono alcuni dei miei contatti nella comunità dei sommergibili profondi. Nel giro di circa un’ora ho appreso i seguenti fatti. Erano in discesa. Erano a 3500 metri, diretti verso il fondo a 3800 metri.

“Le loro comunicazioni sono andate perdute e la navigazione è andata persa – e ho detto all’istante, non puoi perdere le comunicazioni e la navigazione insieme senza un evento catastrofico estremo o un evento catastrofico ad alta energia. E la prima cosa che mi è venuta in mente è stata un’implosione. “

Giovedì, un funzionario della Marina degli Stati Uniti ha riferito ciò che la marina aveva rilevato. “Un’anomalia acustica coerente con un’implosione” poco dopo che il Titano lasciato la superficie.

Il funzionario dice che le informazioni sono state trasmesse alla squadra della Guardia Costiera degli Stati Uniti che le ha utilizzate per restringere il raggio dell’area di ricerca.

James Cameron ha detto a BBC News che la scorsa settimana “si è sentita come una farsa prolungata e da incubo in cui le persone corrono in giro parlando di rumori e di ossigeno e di tutte queste altre cose”.

“Sapevo che quel sottomarino si trovava esattamente sotto la sua ultima profondità e posizione nota. È esattamente dove l’hanno trovato”, ha continuato.

Ha aggiunto che una volta che un veicolo sottomarino telecomandato è stato dispiegato giovedì, i ricercatori l’hanno “trovato in poche ore, probabilmente in pochi minuti”.

OceanGate: i dubbi degli esperti

Cameron ha anche suggerito che ci fosse una “terribile ironia” nella perdita del Titano e del suo equipaggio, paragonandola alla perdita del Titanic stesso nel 1912.

“Ora abbiamo un altro relitto che purtroppo si basa sugli stessi principi di non prestare attenzione agli avvertimenti”, ha detto. “OceanGate è stato avvertito.”

Ha detto che l’azienda aveva persone che lavoravano internamente che si sono licenziate ma non ha specificato il motivo.

Ha continuato dicendo che alcuni all’interno della comunità della profonda immersione, escluso se stesso direttamente, avevano scritto una lettera a OceanGate dicendo che credevano, nelle sue parole, “stai andando sulla strada della catastrofe”.

Cameron non è il primo a sollevare dubbi sulle operazioni dell’azienda turistica.

Una lettera inviata a OceanGate dalla Marine Technology Society (MTS) nel marzo 2018 e ottenuta dal New York Times. Questa affermava che “l’attuale approccio ‘sperimentale’ adottato da OceanGate… potrebbe portare a esiti negativi (da minori a catastrofici)”.

Separatamente, i documenti del tribunale statunitense mostrano che un ex dipendente di OceanGate ha avvertito di potenziali problemi di sicurezza con la nave già nel 2018.

I documenti mostrano che David Lochridge, direttore delle operazioni marittime della compagnia, ha sollevato preoccupazioni in un rapporto di ispezione.

Un portavoce di OceanGate ha rifiutato di commentare le questioni di sicurezza sollevate da Lochridge e MTS.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli