sabato, Maggio 25, 2024
HomeNewsLondra, affitti mensili medi in crescita: 2.500 sterline in città, 1.190 nel...

Londra, affitti mensili medi in crescita: 2.500 sterline in città, 1.190 nel resto del Regno Unito

Gli affitti mensili medi sono in netta crescita a Londra, e anche fuori dalla capitale inglese.

Come riporta The Guardian, i dati del sito immobiliare Rightmove hanno stimato livelli record nel primo trimestre di quest’anno: ecco come sono cambiate le cose.

Londra, affitti in aumento in città e non solo: i dati

Crescono gli affitti mensili medi per chi vive a Londra, ma anche per chi è residente fuori dalla capitale inglese e nel resto del Regno Unito.

Gli affitti mensili medi fuori Londra sono saliti a un livello record di 1.190 sterline nel primo trimestre di quest’anno, con gli inquilini nella capitale che hanno pagato per la prima volta più di 2.500 sterline. A rivelarlo sono i dati del sito immobiliare Rightmove.

Gli affitti medi nazionali fuori Londra sono aumentati per 13 trimestri consecutivi dalla fine del 2019, sebbene il ritmo di crescita sia rallentato negli ultimi nove mesi.

A Londra, la media degli affitti richiesti ha raggiunto il record di 2.501 sterline al mese nei primi tre mesi di quest’anno. Tuttavia, il ritmo con cui sono aumentati è rallentato, aumentando dello 0,9% rispetto ai tre mesi precedenti, il più piccolo aumento in due anni.

Rightmove ha affermato che l’offerta di immobili in affitto sul mercato è rimasta “limitata”, ma quest’anno ha mostrato segni di miglioramento.

Il numero complessivo disponibile è superiore del 6%, rispetto ai minimi quasi record registrati nel primo trimestre del 2022.

Tuttavia, il numero di case in affitto sul mercato è rimasto del 46% al di sotto del livello del 2019, secondo l’analisi delle proprietà elencate sul sito web.

Le conseguenze dello squilibrio tra domanda e offerta

Lo squilibrio tra domanda e offerta ha comportato una maggiore concorrenza tra gli inquilini, con il numero di richieste per immobile superiore del 173% nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo del 2019.

Tuttavia, era diminuito del 2% rispetto agli stessi tre mesi dell’anno scorso. La domanda è stata del 4% superiore nei primi tre mesi di quest’anno rispetto all’anno precedente, e del 48% superiore rispetto al primo trimestre del 2019.

Tim Bannister, direttore di Rightmove, ha dichiarato: “Quest’anno abbiamo visto alcuni primi segnali di miglioramento sui livelli di offerta ridotti“.

Molti agenti devono gestire un volume molto elevato di richieste di inquilini per ogni proprietà che affittano nel mercato attuale“.

È probabile che le proprietà in aree popolari all’interno di una gamma di canoni di locazione abbordabili di quell’area locale vadano a ruba quasi immediatamente. E, in media, le case trovano un inquilino molto più rapidamente“.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli