venerdì, Luglio 19, 2024
HomeNewsNeuralink: l'azienda di chip cerebrali di Elon Musk è pronta per la...

Neuralink: l’azienda di chip cerebrali di Elon Musk è pronta per la sperimentazione umana

L’azienda di chip cerebrali di Elon Musk, Neuralink, dichiara di aver ricevuto l’approvazione dalla Food and Drugs Administration (FDA) statunitense per condurre i suoi primi test sugli esseri umani.

La società di impianti Neuralink del miliardario vuole aiutare a ripristinare la vista e la mobilità delle persone collegando i cervelli ai computer.

Dice che non ha piani immediati per iniziare a reclutare partecipanti. Le precedenti ambizioni del signor Musk di iniziare i test non si sono concretizzate.

Il regolatore stesso deve ancora commentare.

Una precedente offerta di Neuralink per ottenere l’approvazione della FDA è stata respinta per motivi di sicurezza, secondo un rapporto di marzo dell’agenzia di stampa Reuters che citava più dipendenti attuali ed ex.

Neuralink spera di utilizzare i suoi microchip per trattare condizioni come la paralisi e la cecità e per aiutare alcune persone disabili a utilizzare computer e tecnologia mobile.

I chip, che sono stati testati sulle scimmie, sono progettati per interpretare i segnali prodotti nel cervello e trasmettere informazioni ai dispositivi tramite Bluetooth.

Il signor Musk ha anche suggerito in precedenza che la tecnologia proposta potrebbe aiutare ad alleviare le preoccupazioni per gli esseri umani che vengono rimpiazzati dall’intelligenza artificiale.

Neuralink: “la nostra tecnologia potrà aiutare molte persone”

Annunciando la notizia di giovedì su Twitter, Neuralink ha parlato di un “primo importante passo che un giorno permetterà alla nostra tecnologia di aiutare molte persone”.

L’approvazione è stata “il risultato di un lavoro incredibile da parte del team di Neuralink in stretta collaborazione con la FDA”, ha affermato.

L’azienda ha promesso ulteriori informazioni “presto” sui piani per iscrivere i partecipanti al processo.

Il suo sito Web promette che “sicurezza, accessibilità e affidabilità” sono tutte priorità durante il suo processo di progettazione.

Gli esperti hanno avvertito che gli impianti cerebrali di Neuralink richiederanno test approfonditi per superare le sfide tecniche ed etiche se devono diventare ampiamente disponibili.

La società – che è stata co-fondata da Musk nel 2016 – ha ripetutamente sopravvalutato la velocità con cui può eseguire i suoi piani.

Il suo obiettivo iniziale era quello di iniziare a piantare chip nei cervelli umani nel 2020, per onorare un impegno fatto l’anno prima. Successivamente ha promesso di iniziare nel 2022.

L’azienda ha subito un’altra battuta d’arresto nel dicembre dello scorso anno, dopo l’indagine per presunte violazioni del benessere degli animali nel suo lavoro. In precedenza ha negato affermazioni simili.

Il suo annuncio sull’approvazione della FDA per i test sull’uomo segue le recenti notizie di un’analoga scoperta riguardante gli impianti cerebrali da parte di ricercatori svizzeri.

Un paralitico dei Paesi Bassi è stato in grado di camminare grazie a un sistema di impianti. Questo sistema trasmette in modalità wireless i suoi pensieri alle gambe e ai piedi.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli