venerdì, Aprile 12, 2024
HomeSpettacolo e GossipTom Holland e la salute mentale: la rinascita dell'attore grazie a un...

Tom Holland e la salute mentale: la rinascita dell’attore grazie a un nuovo progetto

Tom Holland ha rivelato di essere sobrio da oltre un anno, aprendosi sul tema della salute mentale e parlando del suo prossimo lavoro.

In The Crowded Room, la sua serie drammatica a breve in uscita, il giovane attore affronterà i suoi demoni e offrirà numerosi spunti di riflessione al pubblico.

Tom Holland, la rivelazione: “Sono sobrio da oltre un anno

Tom Holland ha vissuto una fase di rinascita nell’ultimo periodo. Il giovane attore ha infatti rivelato di essere sobrio da oltre un anno, mentre spiega come la sua serie drammatica The Crowded Room gli abbia insegnato a riconoscere i suoi demoni.

Parlando del suo prossimo show su Apple TV+, l’attore 26enne ha parlato di come il lavoro sulla miniserie abbia cambiato la sua prospettiva sulla salute mentale.

La star di Spider-Man ha dichiarato a Entertainment Weekly che è diventato più bravo a “riconoscere i fattori scatenanti” e “le cose che mi stressano” dopo aver lavorato al thriller psicologico.

Il volto di Uncharted – che ha girato le riprese a New York lo scorso anno – ha anche detto di aver parlato con alcuni psichiatri per comprendere meglio il suo ruolo.

Nell’intervista, ha spiegato: “Imparare a conoscere la salute mentale e il suo potere, e parlare con gli psichiatri di Danny (il suo personaggio) e delle lotte di Billy, è stato qualcosa che è stato così istruttivo per la mia vita“.

Il delicato tema del suo nuovo progetto

Tom Holland spera che, grazie al suo nuovo progetto, il tema della salute mentale non sia più un tabù ma possa offrire al pubblico numerosi spunti di riflessione.

La sua speranza è che gli spettatori “abbiano più rispetto e più simpatia per le persone che stanno avendo problemi di salute mentale“.

E ha aggiunto: “Spero che le persone si sentano istruite sui poteri della salute mentale, le lotte e le nostre incredibili capacità di sopravvivere“.

Sebbene questo nuovo lavoro sia stato per lui molto importante, ha però ammesso la natura emotiva del ruolo e la difficoltà dell’argomento.

L’aspetto mentale mi ha davvero colpito, e mi ci vuole molto tempo per riprendermi dopo, per tornare in qualche modo alla realtà“.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli